Google+

martedì 22 settembre 2015

Swatches take-away: Kiko Midnight Siren Limited Edition

A volte ricompaio anch’io! Sì, lo so, devo riprendere il ritmo, in generale non sono messa malaccio, è che o mi mancano i post scritti ma ho le foto o ho post senza immagini. Questa volta però mi sono “spicciata” a far tutto, d'altronde uno swatch take-away non può aspettare troppo! Oggi parliamo dell’ultima Edizione Limitata di Kiko, la Midnight Siren! Non ho fatto in tempo a vedere quella precedente, la Romantic Rebel, che ne è uscita una nuova, questa cosa non mi piace per niente. Sono entrambe molto carine, per carità, ma preferisco poche collezioni ben fatte che molte ravvicinate. Il sapere  che i pezzi sono presenti in negozio per un tempo limitato spinge le clienti ad acquistare più compulsivamente e questo fattore unito ai prezzi un po’ gonfiati che spara Kiko a volte non mi fa una gran impressione! Ma basta con le polemiche e passiamo a qualcosa di più leggero!

Partiamo con le matite, le Dark Tide Eyeliner! Kiko ne propone sempre nelle sue LE e questa volta non poteva essere da meno! Appena provate mi avevano molto colpita perché avevano una satinatura molto fine, non metallica, ma qualcosa di simile. Mi era piaciuto molto l’effetto, soprattutto visto da Kiko che di solito farcisce di glitter qualunque cosa! Ma purtroppo asciugandosi il tratto diventa opaco. Io sono un’amante dei prodotti opachi per carità, li trovo utili per qualsiasi cosa, ma quella satinatura era così carina! I colori sono belli ma niente di rivoluzionario, tonalità tipicamente autunnali. Forse il più interessante è lo 05, il grigio, sembra estremamente versatile!

Un po’ più interessanti gli ombretti in stick, i Moon Shadow Water Infused Eyeshadow. Strofinandoli sotto l’acqua non mi sono sembrati resistentissimi, ma vista la quantità massiccia di glitter e brillantini presenti la cosa non mi sorprende molto! Lo 01, il bianco-argentato, non ha una gran scrivenza, per ottenere quel tratto ho dovuto fare più passate e si vede che il tratto non è omogeneo, le altre tre tonalità invece non hanno questo problema, anzi, sono molto scorrevoli. La tonalità n°02 non è niente di speciale, ma essendo un colore neutro potrebbe essere il tipo di prodotto che si adatta bene a tutto e tutti. Tutta un’altra storia per lo 03! Non capisco se sia a base marrone o a base viola, ma in ogni caso è molto particolare! Mi ricorda un po’ l’ombretto fiori d’ombra di Neve (non Nivea, eh!). Lo 04 è un gran bel colore, ma dallo stick me lo aspettavo più petrolio. Ci sono rimasta un po’ male…

E terminiamo il post con la delusione. Avevo visto nelle anteprime le Matte Muse Lipstick e mi sono avvicinata all’espositore pronta ad urlare alla figata. Ho provato i colori e sono rimasti lucidi. “Ok, ci vorrà un po’ perché si fissino” ho pensato e mi sono messa sulla strada di casa. Dopo 20-25 minuti erano così. Lo 01 si è fissato bene ovunque,  gli altri solo nelle parti in cui lo strato si prodotto è più sottile. Quindi se avessi bisogno di fare più strati di colore dovrei aspettare mezz’ora tra un’applicazione e l’altra. Già questo mi aveva fatto storcere il naso. Poi come al solito ho strofinato gli swatch sotto l’acqua e mi aspettavo che almeno le parti che si erano fissate lasciassero traccia del colore. Ma non è stato così, con sforzi minimi sono riuscita a cancellare tutto, il prodotto non ha minimamente opposto resistenza. Delusione! Trovo che il packaging abbia sia lati positivi che negativi, l’applicatore mi è sembrato molto comodo, ma il fatto che il flacone sia in vetro rende il rossetto un oggettino piuttosto pesante per i miei gusti. I colori non sono male, mi attraggono molto lo 02 e lo 05, gli altri invece non mi invogliano (il rosso dal vivo è un po’ meno aranciato). Sulla carta potevano essere il prodotto di punta della collezione, ma in realtà mi hanno lasciata un pochino perplessa!

In conclusione posso dire che non siamo davanti ad una brutta collezione, presenta prodotti potenzialmente interessanti e si adatta bene alla stagione, però sono convinta che si potesse fare qualcosa in più e che la formulazione dei rossetti possa essere migliorata. Ma soprattutto, spero che Kiko non inizi a sputare fuori nuove collezioni ogni mese: sarebbe decisamente di cattivo gusto!


E voi avete visto la nuova collezione? Come vi è sembrata?

sabato 5 settembre 2015

Most Played Agosto 2015

Nuovo Most Played, l’ultimo, purtroppo di quest’estate! Leggendo i post delle varie ragazze (compresa la fondatrice, Chiara) ho visto che molte, stremate dal caldo, bramano il fresco dell’autunno. Probabilmente io sono rotta: ho amato il clima di quest’estate! E per la cronaca: sto scrivendo buttata di pancia sul telo mare, oggi prendo il sole solo alla schiena perché la settimana scorsa sono stata 4 ore sulla spiaggina all’urlo di “tanto non mi abbronzo, tanto vale che sto comoda” e adesso sembro un pancake! Le gioie estive!

Dal punto di vista del trucco così ad occhio è stata una gran tristezza! Ho fatto gran uso del Long Lasting eyeshadow n°06 di Kiko e della palette quattro n°05, to die for di essence. Questi prodotti sono grandi amici dei restauri delle 5 del mattino! E la palette non l’ho usata come al solito solo per la sfumatura con l’opaco! No, no! L’ho usata tutta! Il tutto sempre accompagnato al primer Kiko, col quale sto un po’ facendo pace. Usando il contorno occhi regolarmente sembra reggere, magari ho trovato il modo di calmare la mia pelle! (ci voleva un genio, eh?). Come matita/eyeliner sto continuando ad usare la n°10 di Debby, anche se non la amo particolarmente, ed il mascara di ordinanza è ancora il campioncino di Hypnose  Drama di Lancome.

Per il viso ci teniamo sul classico, ormai il mio Full Coverage Concealer di Kiko ha trovato il suo pennello del cuore, non lo rende infallibile, ma mi rende più semplice utilizzarlo. Tra l’altro si sta scavando velocemente: molto bene! Mi sto trovando bene anche con la mattifying compact powder di essence, ma ho il dubbio che pure lei necessiti di un pennello diverso. A me piace l’effetto “pieno al limite del polveroso”, ma essendo un prodotto farinoso già in cialda è difficile da gestire. Prodotti labbra invece ne ho usati diversi, ma probabilmente la battaglia la vince ancora il Made to Stay n°060 di Catrice. Il fatto che sia a prova di grigliata gli da diversi punti!


E questo è il mio riepilogo di Agosto, ma voi, cosa avete sfruttato il mese scorso? Prodotti o oggetti del cuore?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.