Google+

lunedì 30 giugno 2014

Preview essence: Road Trip Trend Edition

Con imbarazzante ritardo me ne spunto a parlarvi della Limited Edition “Road Trip”di essence in uscita tra Luglio ed Agosto 2014. Sì, se aspettavo ancora un po’ facevo prima a trovarla all’OVS… In compenso ho già visto qualche swatch su Facebook, credo che li cercherò e li condividerò subito dopo postato il pippone che segue così avremo tutti le idee chiare. Giusto? Spero!

Iniziamo dai prodotti occhi, cioè i duo ombretto occhi ed eyeliner in gel. Le versioni proposte sono due: un bianco sporco abbinato ad un eyeliner verde petrolio ed un altro bianco sporco abbinato ad un rosso borgogna. Il colore dell’ombretto credo che sia sempre lo stesso. L’idea la trovo molto carina, però un pochino mi perplime: riuscirà la polvere a non sporcare l’eyeliner? Mistero! I colori proposti non mi convincono molto, mi fanno impazzire, ma non so se li utilizzerei. Ho paura che quel verde non sia abbastanza scuro da delinearmi l’occhio come voglio e l’altro è così rossastro che potrei sembrare una tossica. Chissà! Le numerazioni sono la 01 highway to pretty e la 02 i don’t care! i love it! E costeranno 3,19€ l’uno.

Passiamo ai matitoni labbra! Essence ce li descrive come due prodotti dalla coprenza media e dal finish vellutato. Vellutato = opaco? Potrebbero essere interessanti! O almeno, il colore più scuro (una specie di mattone? L’accendiamo?), quel rosino carne non lo degnerei neanche di mezzo sguardo. Non sembra male! Le colorazioni sono 01 hit the road, red! e 02 my sweet Escape e costeranno 2,49€ l’uno.

Ancora un prodotto labbra. circa. Parliamo del balsamo labbra multifunzione, una specie di idratante ad effetto urto per le zone più disastrate (le già citate labbra, gomiti, piedi..) L’idea è buona, ma quando inizio ad usare un balsamo labbra in più punti la “funzione labbra” viene eliminata subito: non lo trovo igienico!  Mi convince poco, ecco. C’è un’unica versione,  01young, wild, awesome, e costerà 3,79€.

Altro prodotto duo: un blush+illuminante! La trovo un’idea proprio carina, si ci fosse stata anche una terra mi sarebbe piaciuta ancora di più. Trovo pratica l’idea di avere più prodotti in una sola cialda, soprattutto quando si parla di viaggi, cioè il tema della collezione. L’illuminante è un rosino delicato e non sembra shimmer effetto Edward Cullen, il blush invece riprende il colore dell eyeliner e del matitone labbra citati più in alto, carino! Anche qui troviamo una sola veriante, 01 highway to pretty! e costerà 4,19€.


Passiamo agli smalti proposti! Saranno quattro e tutti con effetti diversi: un rosso mattone ad “effetto pelle”, un bianco con glitter ad effetto asfalto (???), un duochrome blu-verde ad effetto olio o petrolio ed un beige chiaro ad effetto termico. Il rosso un po’ mi inquieta sinceramente, come sarà l’effetto pelle?? Anche l’effetto asfalto mi lascia un po’ basita: ma cosa vorrà dire? Splendido il blu-verde, mi ci butterei a capofitto, e anche l’effetto termico mi ispira. Interessanti! I colori saranno 01 hit the road, red!, 02 on the road again, 03 i don’t care! i love it! e 04 my sweet escape e costeranno 2,29€ l’uno.


Propongono anche un set di accessori beauty provvisto di specchietto, pennello da blush, pennello angolato da eyeliner, applicatore per ombretto e pinzetta. Carino, pratico, ma secondo me sarebbe stato meglio se avessero proposto un normale astuccio contenente questi prodotti, con la scusa che ognuno di loro ha il loro posto finisce che non ci si può mettere dentro altro, e trovo che sia un peccato! Questo è il numero 01 adventure is out here e costerà 4,59€.
 
Salviette rinfrescanti viso e corpo: un classico sempre ben accetto in queste Trend Edition di essence! Saranno 15 e non dicono che profumazione avranno. So solo che corrispondono al numero 01 let’s go get lost! e che costeranno 1,69€.
 
 Del tutto nuovo è invece lo shampoo secco! Non lo avevo mai visto in queste collezioni! Sembra pure un formato piccolino, pratico per i viaggi. Vi basterà spruzzarne un po’ alla base dei capelli e pettinarli per essere di nuovo in ordine! (circa) Una bella trovata! Questo sarà il numero 01 got my ticket to ride? e costerà 3,79€.

Infine, la mini sacca da viaggio, pratica per portarsi dietro cosmetici, biancheria e scarpe. L’ultimo modo d’uso mi suggerisce che sia grandina. O per lo meno lo spero, io porto praticamente il 40! Una cosina utile, non male! Questa sarà il numero 01 I’m going to travel the world e costerà 4,19€.

In conclusione trovo che sia una collezione carina, niente di eccezionale, ma neanche niente che facci storcere il naso. Non ci si può lamentare.


E a voi come sembra questa LE? C’è qualcosa che vi ispira particolarmente?

giovedì 26 giugno 2014

Bottega Verde: deoroante roll-on delicato

Eccoci qui a parlare dell’argomento dell’estate: deodoranti! Sì perché d’inverno ci si può anche accontentare di un deodorante deboluccio, alla fine si suda più difficilmente, ma con la stagione calda la situazione cambia! Ed ecco che inizia la strage degli innocenti! Oggi parliamo del deodorante roll-on delicato di Bottega Verde! (Mi sembra che ora il packaging sia cambiato...)

Dopo la tanto attesa dipartita dell’eterno Teodoro ho messo in opera questo di Bottega Verde che era in panchina da poco meno di un anno. Sto tanto cercando un deodorante privo di sali d’alluminio da sostituire al fidato Dove, ma anche questa volta mi sono ritrovata a fare un buco nell’acqua. Ha una consistenza leggera, scuotendo la bottiglietta sembra essere proprio liquido e mi sembra che si assorba abbastanza rapidamente. Ha un buon profumo floreale, ma non resta per niente sulla pelle.

Funziona? No, neanche per sbaglio! O meglio, d’inverno o quando fa fresco svolge anche un’azione lontanamente accettabile. Dopo 24 ore non sono decisamente fresca come una rosa, ma posso stare in mezzo alla gente senza paranoie. D’estate no! Io sono una che tende un po’ a sudare e mi basta soffrire un po’ il caldo la notte per far andare a rotoli i benefici della doccia serale. Non ci siamo proprio! Parlando di una giornata intera non so quante volte dovrei ri-lavarmi per avere una “copretura” costante.

L’inci in generale non è splendido, ma sono assenti i sali di alluminio e questa è la cosa che più mi preme. Se funzionasse potrei anche accettarlo come deodorante giornaliero.

Insomma, lo trovo veramente un pessimo prodotto, non fa proprio il suo lavoro. Lo smaltirò utilizzandolo nelle giornate in cui non esco di casa, magari mettendone molto (no, mettendone di più non funziona meglio, ho già provato!). Non vedo l’ora che finisca!


E voi avete mai provato questo prodotto? C’è qualcosa che mi consigliereste?

mercoledì 25 giugno 2014

Torta linda

 Tanti auguri a me! Sì oggi è il mio compleanno, una data che adoro! Non in quanto giorno in cui sono nata, sono troppo priva di autostima per essere così egocentrica, ma perché trovo che 25 Giugno “suoni bene”. È bello che sia a metà strada tra un Natale a l’altro. A parte i deliri riguardanti la mia data (ce ne sono molti altri!) negli ultimi anni ho sempre voluto prepararmi un dolce speciale per l’occasione. Non so il perché sinceramente, per complicarmi la vita immagino visto com’è andata ieri! L’anno scorso mi ero data al tiramisù ai pan di stelle, semplice ed abbastanza veloce. Quest’anno no, mi sono inventata un dolce quasi da zero, e prendendo spunti a caso e mi sono fatta un mazzolino così per bilanciarlo e farlo venire come volevo! La ricetta è frutto di tentatavi su tentativi: che ingredienti usare, come eseguire i vari passaggi, come disporla sulla teglia… è complicata, ma giuro che è buonissima! Qualsiasi cosa contenga 4 tipi di cioccolato è irresistibilmente buona!
Ingredienti:
250 g di Mars a marchio LIDL
q.b. Coco Pops Riso Ciok
500 g di Yogurt greco Fage 0% bianco
200 g di zucchero
250 ml di panna fresca Accadì Granarolo (alta digeribilità)
15 g di colla di pesce
50 g di cioccolato fondente
50 g di cioccolato al latte
50 g di cioccolato bianco

Iniziate dalla base, sciogliete a bagnomaria i vostri simil-Mars tagliandoli a tocchetti. Ho usato anche i Mars originali per la base, ma non mi ci sono trovata per niente bene! Tra gli originali e le copie firmate LIDL c’è qualche differenza, i primi mi sembra che abbiano più mou e più cioccolato di copertura, ma una volta sciolti creano un impasto ingestibile ed appiccicoso. Meglio la versione tarocca, non mi da neanche l’ombra di un problema! Solitamente non prendo le barrette, ma il pacco con le porzioncine ed in questo caso ne uso 12. Una volta sciolta la cioccolata mescolatela con i cereali, mettetene quanti ne volte, io di solito smetto di aggiungerne quando mi stufo di mescolare. Prendete il vostro composto e stendetelo nella teglia, solitamente ne uso una a cerniera con della carta forno solo sul fondo, ma voi scegliete quello che più vi fa comodo. Distribuite il tutto nel modo più omogeneo possibile usando le mani, cercate di rendere il tutto sempre dello stesso livello ed in caso aggiungete cereali a mano (in questa fase è molto più semplice!). Una volta fatto mettete la teglia in frigo o in freezer.

Ora arriva la prima difficoltà: creare le dosi per i tre strati di cioccolata! Perché io sopra vi ho dato il totale, quello da scrivere nella lista della spesa per capirci. Ogni strato richiede 166 g di yogurt, 66 g di zucchero, 83 g di panna e 5 di colla di pesce. Gli 83 ml di panna vengono divisi ancora in 67 ml da montare e 16 ml da far scaldare in un pentolino, quest’ultima parte servirà a far sciogliere la gelatina.

Prima di tutto montate la panna a neve e mettetela in frigo. Questa è un’azione che è sempre meglio fare in anticipo a meno che non abbiate qualcuno che vi aiuta. Amalgamate lo zucchero allo yogurt greco. Quasi tutte le ricette che ho consultato per fermi un’idea sul da farsi richiedevano la Philadelphia. Ma non capisco il perché: da un gusto orribile ai dolci. È estremamente acidula, non è neanche lontanamente adatta secondo me. Meglio lo yogurt greco, ha una tona acidula più mascherabile ed ha una consistenza simile a quella del formaggio spalmabile.

Prendete la colla di pesce e scioglietela nell’acqua fredda. Io vi ho indicato 5 g, ma se avete intenzione di tenere in torta in frigo e non in freezer vi consiglio un grammo in più. Circa. La gelatina è così leggera che per capire bene la dose necessaria ci vorrebbe una bilancia di precisione! A questo punto prendete la vostra cioccolata e scioglietela mettendola in un bicchiere in microonde. Io ho sempre disposto la fondente sul primo strato, in mezzo il cioccolato al latte ed in cima il bianco, per creare un gradiente di colore. Ma poi potete decidere voi cosa usare prima o dopo. Aggiungete il cioccolato alla crema di yogurt e zucchero.

Tirate fiori la panna non montata, versatela in un pentolino e fatela scaldare ben bene finchè non inizia a fare le bollicine ai lati. Toglietela dal fuoco e metteteci dentro la gelatina ben strizzata. Aspettate se non si è mollata abbastanza! Una volta messa la gelatina nella panna dovete farla sciogliere velocemente mescolando con un cucchiaino e versarla nel composto di prima. Dovete farlo alla velocità della luce perché mettendo molta gelatina in poca panna finirà col rapprendersi molto velocemente. Fate attenzione e siate veloci che mi ha fregata un sacco di volte questo passaggio! Quando versate la gelatina sciolta nello yogurt fate attenzione che non ci siano pezzetti di colla di pesce ancora interi, io di solito filtro il tutto col cucchiaino. Mescolate tutto insieme velocemente!

A questo punto il più è fatto, prendete la vostra panna montata ed amalgamatela mescolandola dal basso verso l’alto con calma al composto che avete ottenuto fino ad adesso. A questo punto avete finito. Il primo strato. Versate la vostra crema al centro della teglia e distribuitala uniformemente sbattendo il fondo del malcapitato contenitore. Così sarà dello stesso livello ovunque. Mettetela in freezer, si rapprenderà molto velocemente e nel giro di un’oretta potrete già aggiungerci un secondo strato. E poi un terzo. Sì, è lunga, prendetevi il vostro tempo (o un aiutante), una volta ho provato a farla in due ore ed è uscito un macello!

 E questa è la mia torta di compleanno! Credo che per il prossimo anno infornerò due torte alla Nutella e buona lì! Ieri ne ho fatte praticamente tre (due in teglia e 5 in formato piccolino) e sono letteralmente impazzita! Se la provate fatemi sapere come vi viene! ;)

giovedì 19 giugno 2014

Liebster Award

Altro tag, cioè, ho ricevuto un premio dalla dolcissima Federica! Il Liebster Award è un metodo molto carino per far conoscere un po’ in giro i blog con meno di 200 followers. Ottimo antispam! Visto che ultimamente non sono munita di cervello rispondo subito, cercavo proprio qualcosa di leggero! Vediamo le regole:

1) Ringraziare chi vi ha assegnato il premio con rimando al blog (ri-ciao Fede!)
2) Rispondere alle domande che ci sono state fatte
3)Nominare 10 blog con meno di 200 followers (e qui la vedo dura!)
4) Proporre ai candidati 10 domande
5) Comunicare ai singoli blog la vincita del premio

Sembra semplice ma non è detto che lo sia! Vediamo le domande a cui ho riposto!

1) Cosa ti ha spinto ad aprire il blog?
La noia! Avevo bisogno di un impegno fisso, anche invadente, che mi obbligasse ad essere occupata a fare qualcosa. Ha funzionato!

2) Come hai scelto e cosa dice di te il nome del tuo blog?
Il nome del blog credo derivi dal libro “La casa sull’albero” di Bianca Pitzorno. Io ADORO la letteratura per bambini e questo è un libro che da piccola mi era tanto piaciuto. Non tanto la storia in se, è il concetto di “casa” ad essere bello. Credo che sia universalmente bello, per questo l’ho generalizzato.

3) Descrivi con 3 parole il tuo blog.
Hem… Un gran casino?

4) Se dovessi scegliere un solo cosmetico, a cosa non sapresti rinunciare?
Il rossetto! È l’unica cosa che conta, anche perché tra frangetta e occhiali parte della mia faccia tende ad essere nascosta. (adoro!)

5) A quale prodotto, invece, rinunceresti più facilmente?
Vedi sopra! Credo l’ombretto, alla fine già con un po’ di correttore,mascara e matita i miei occhi sono decenti.

6) Scegli un periodo del passato nel quale ti sarebbe piaciuto vivere.
Domanda che mi era già stata posta! Troverei interessante qualunque epoca storica prima del 1914. Ecco, magari tralasciando pestilenze o cose simili.

7) Se potessi rinascere animale, cosa saresti e perchè?
Gatto! E non serve spiegare il perché! Basta averne uno per capire. Considerando che ne ho 8 si potrebbe dire che sono una gattara, ma in fondo non è colpa mia se si riproducono alla velocità della luce! (I due piccoletti di 15 giorni sono stupendi! Sono cicciosissimi e pelosissimi e già si fanno fare le coccoline e i grattini! *.* Me li terrei anche nel letto la notte!)

8) Qual è il tuo film preferito?
Non saprei, non mi piace dare il titolo di “preferito” a qualcosa. Il mio preferito del momento è Maleficent, ed è anche l’ultimo che ho visto mi sembra. Trovo che abbia dato abbastanza giustizia alla fiaba originale, o almeno, molto di più rispetto al classico a cartoni animati. Malefica nel film è come il personaggio del racconto: una fata incazzata! Per motivi differenti, ma la storiella dovevano pur raccontercela. Sì, mi sta bene che sia siano inventati la storiella, perché dopotutto si sono praticamente anche inventati Malefica stessa. E sì, sono contenta che sia finita com’è finita (sto evitando uno spoiler, ma probabilmente ci siamo capiti), la trovo una buona interpretazione della fiaba, soprattutto la parte che riguarda l’inutilissimo Jonas Broth… Hem! Principe Filippo. Ecco, l’unico appunto è sulla principessa Aurora: avrebbe dovuto essere intelligente, non stupida come una zappa! Su questo film potrei scrivere un post intero, penso che non sia stato capito, ma sto decisamente divagando. Ah, sì, la Jolie è una grandissima gnocca!

9) Quali sono i tuo hobby, escluse le tematiche del tuo blog?
Non posso rispondere, io non ho una tematica nel blog, parlo di quello che mi gira e di quello che potrebbe interessare. Più di quello che potrebbe interessare in realtà. Perchè dubito che a qualcuno possano interessare i miei sproloqui su quanto sia interessante la fisica o su quanto sia affascinante l’astrologia. Non credo che vi parlerò mai di “mentalismo” (un termine meno sborone non mi viene in mente) perché credo che lo trovereste inquietante e dubito che me ne salterò fuori con un trattato sulla storia. Finchè faccio una torta figa posso anche proporvela, ma in generale ho interessi noiosi. Potevo tranquillamente rispondere come farebbe moroso: “faccio robe!”. Sarebbe stato più chiaro e meno noioso.

10) Se potessi fare qualcosa per cambiare il mondo, cosa faresti?
Non saprei da dove iniziare, forse inizierei con una strage…

Ecco le mie (pessime) 10 domande:
1) Qual è l’alimento che stai mangiando più spesso ultimamente?
2) Hai un’acconciatura anti caldo? Condividila, ne avremo bisogno tutte!
3) Qual è l’ultimo film che hai visto?
4) E l’ultimo libro che hai letto?
5) Qual è la prima serie tv che ti viene in mente?
6) Meglio l’estate o l’inverno?
7) Un tuo amico suona in un gruppo e sono terribili, terribilissimi: glielo fai notare o sorridi ed annuisci?
8) Tè al limone, pesca o tè verde?
9) Avvisti una promoter, le vai in contro o la eviti? (NB: SEMPRE essere gentili con le promoter!)
10) Ti servono i cannoni e le bombe per svegliarti o sei mattiniero?


Ora dovrei fare le nomine, ma sinceramente non saprei bene chi nominare. O meglio, mi viene in mente solo Roberta. Facciamo che “taggo tutte”, se passate di qua ed avete meno di 200 follower rispondetemi pure e scrivetemelo nei commenti così posso aggiungervi qui sotto. Fatevi conoscere!

lunedì 16 giugno 2014

Shaka: kabuki retraibile n°120

 Oggi parliamo del mio pennello viso. E parlo al singolare perché da un annetto a questa parte uso praticamente solo lui per tutto. Ve l’ho mostrato nei vati Top e pochi giorni fa pure nel Most Played, vi prometto sempre di parlarvene ed il momento è giunto! (alla buon’ora!) Oggi parliamo del kabuki retraibile di Shaka.

Mi piace molto perché una volta chiuso è piccolo e compatto: è poco più basso di un rossetto essence, ma molto più largo. Credo che sia l’ideale per chi viaggia, o per che come me ha il terrore di far prendere polvere al pennello o storgergli le setole. Una volta chiuso è ben al sicuro. Per “aprirlo” è sufficiente aprire il tappo ed infilarlo nel lato opposto, un po’ come quando da piccoli i stappava la penna e si infilava il tappino nell’altro lato per non perderlo. Infilando il tappo così grazie ad una semplice asticella posta al suo centro il pennello viene agevolmente spinto fuori. È tanto semplice quanto difficile da spiegare, soprattutto perché sto cercando di non sembrare equivoca! Farei una foto un po’ più esplicativa, ma purtroppo dopo molti utilizzi (e dopo molte ore di apri-e-chiudi antistress) mi si è rotta l’asticella! T^T Si riesce comunque ad utilizzarlo, solo è un po’ meno pratico.

È un pennello abbastanza morbido, largo e con le setole piuttosto fitte. La forma è quella tipica del Kabuki, leggermente bombata, e lo trovo pratico sia per stendere il fondotinta cremoso sia per la cipria. In entrambi i casi riesco a lavorare rapidamente il prodotto. Solo con i prodotti in crema ci metto un po’ di più, all’inizio fa un po’ le strisce, ma lavorandoci un po’, con movimenti circolari di solito, il problema si appiana in fretta.

Ha un grosso difetto: perde molto, moltissimo colore. Tutt’ora dopo molti lavaggi ne perde un po’, appena acquistato lavatelo per bene, armatevi di tanta pazienza! Eppure non mi sembra sbiadito! Inizialmente non perdeva mai setole, o meglio, ne perdeva una ogni tanto durante i lavaggi. Ultimamente la situazione è peggiorata, ma devo dire che è colpa mia. Per parecchio l’ho usato come antistress, lo aprivo e lo chiudevo in continuazione, e così le setole più esterne hanno iniziato ad ammucchiarsi contro le pareti e sono rimaste intrappolate sotto la base del pennello (che è sempre incastrata nel “manico”). Credo che questo abbia indebolito molto le poverine coinvolte, e sebbene siano tornate dritte nel giro di un lavaggio, ora si stanno spezzando e me le ritrovo puntualmente incollate al viso. Non usate il pennello come antistress! Scommetto che se lo avessi lasciato in pace ora non avrei questo problema!

Insomma, se trattato bene questo pennello svolge veramente bene il suo lavoro. Se viaggiate spesso ve lo consiglio caldamente!


E voi avete mai visto questo pennello? Come vi è sembrato?

martedì 10 giugno 2014

Most played Maggio 2014

Ebbene sì, anch’io entro a far parte del #teammostplayed! Scrivere un post di “top stagionali” mi costava un po’ troppa fatica per i miei gusti perché occupava un lasso di tempo molto lungo. Fare una cosa del genere mese per mese è più semplice quindi ho deciso di approfittare dei biscotti ed entrare nel Tag creato da Chiara (alla quale ho pure rubato l’immagine, era troppo carina!). Come mio solito ci infilerò dentro un po’ quello che mi gira, tranquilli, vi terrò aggiornati sui vari tipi di cioccolata che divoro. Informazioni fondamentali! Partiamo!

Questo mese per la pulizia del viso ho  iniziato ad usare due prodotti che già amo singolarmente, figuriamoci insieme! Parlo del gel detergente esfoliante energizzante di Garnier e del dischetto esfoliante di Sephora! Entrambi avranno un post tutto loro, ma spendiamoci due parole. Amo quel detergente, funziona bene, ha un profumo divino e offre anche una buona azione esfoliante. Il dischetto poi è l’amore fatto in silicone! È delicato, forse un po’ troppo ma devo ancora testarlo bene, e da quando ho iniziato ad usare la parte con le bollicine (quella in alto nella foto per capirci) nel contorno occhi la vita di quella zona del mio viso è cambiata: mai stata così liscia! Adoro! Tra l’altro il dischetto ha preso il profumo del detergente: una favola!

Ho usato sempre i soliti pennelli, ho solo questi, e ve li mostro in modo così sfuggente perché sono tutti belli zozzini. Devo-lavare-i-pennelli! In ogni caso il solito: il pennello da smokey eyes di essence, il travel set di Shaka ed il Kabuki retraibile n°120 sempre di Shaka. Devo assolutamente parlarvi di loro!

Ammettetelo che siete abbagliati dai colori! Io sono proprio un abituè dei trucchi variopinti! A parte gli scherzi: prometto di nascondere la Undressed di MUA, o almeno di limitarmi ai tre colori opachi, l’illuminante, il bronzo ed il dorato. La vedo dura eh, ma lo prometto. Non metterò da parte invece la palette Quattro n°05, to die for, di essence. Il quarto colore è fondamentale per me perché lo uso sempre (SEM-PRE!) per fare la sfumatura nella piega dell’occhio con il sopra-nominato pennello di essence. Palette fondamentale! Continua lo sfruttamento dell’ombretto cremoso Vamp di Pupa, il n°501. Non lo amo particolarmente, ma se voglio essere certa che un trucco mi duri metto questo sopra il moribondo primer di Kiko, lo fisso con un ombretto (solitamente il bronzo o il borgogna della Undressed) e sono tranquilla. A proposito di primer occhi, non sto più usando quello di Kiko, è scaduto e non funziona più se non nel sopracitato caso. Sto sperimentando due altri primer: l’I <3 stage di essence e Rugiada per Makeup di Neve Cosmetic. Presto vedrete un post su di loro, ma sappiate che non vi aspetta niente di buono! L’I <3 stage mi sta abbastanza piacendo come correttore per le occhiaie in compenso!

Sto usando assiduamente il mascara Vamp di Pupa! L’ho bramato tanto a lungo e ora mi sta un pochino deludendo. Ma ho ancora le idee un pochino confuse. Ho utilizzato quasi esclusivamente l’eyeliner in penna superfine di essence, e anche di lui devo parlarvi assolutamente! Ecco a cosa serve questo genere di post: a ricordarmi che sono una capra! Unico sprazzo di colore la matita Graphic Eyes di Zoeva nella colorazione Good Karma. È amore! Dico sempre di volerla provare sfumata su tutta la palpebra, ma il colore è così bello che non ho mai il coraggio di intaccarlo! Solita coppia per la base viso, l’infinita cipria Accord Perfait di L’Oreal ed il Pigmento Concentrato di Lush. Di quest’ultimo vi parlerò a breve, voglio provarlo un po’ col caldo. E anche per quanto riguarda i rossetti regna la tristezza: il più usato è stato Coral Calling di essence.

E non posso non parlarvi di cibo. O almeno accennarvi qualcosa. Questo mese ho passato molto tempo a collaudare la torta che farò per il mio compleanno. Molto, molto tempo! Ve ne parlerò! A parte la torta, soprattutto nella seconda metà del mese, mi sono fatta delle gran mangiate di ciliegie. Mi piacciono da morire, mi dispiace che siano presenti solo in un periodo così ristretto dell’anno! Avendo più di un ciliegio a casa potete immaginare quante me ne sono capitate per le mani, ma soprattutto, potete notare le dimensioni! E giuro, che raccolte dall'albero e messe in bocca, sono ancora più buone! Dieci punti in più se ha appena smesso di piovere. :)


E questi sono stati i miei top del mese di Maggio, i miei Most Played! Post totalmente random, ma ci sono tante cose di cui non parlo mai: sgridatemi!

sabato 7 giugno 2014

Deborah smalto Pret a Porter n°02, Galaxy Queen

Avendo un mucchio di smalti, difficilmente mi capita di trovare un colore che mi manca assolutamente, ma questa volta è successo. Ed è successo pure con uno smalto avuto gratuitamente acquistando una rivista! Quindi doppiamente contenta di lui! Oggi parliamo dello smalto Pret a Porter di Deborah nella colorazione n°02, Galaxy Queen.
Il colore è splendido, è un grigio antracite molto, ma molto metallizzato! Fa quasi un effetto ematite! Fotografarlo è stato un po’ un problema, anche perché avendolo applicato di sera ho dovuto usare una lampada a luce bianca, ma sono riuscita a fare foto molto fedeli!

Non è uno smalto perfetto. Ha un po’ il difetto che avevano i Mirror di Kiko: si distingue chiaramente la pennellata. Infatti ho dovuto fare il possibile per stendere il colore sempre nello stesso verso. (sia chiaro, non è che si solito mi metto lo smalto come Pollok!) 

Non è coprente alla prima passata, ma con una seconda i ottiene un risultato accettabile. Io per la verità ne ho fatta pure una terza perché 3-4 giorni dopo l’applicazione avevo un colloquio e non avevo il tempo di cambiarlo. L’effetto finale si è rivelato ottimo, e anche la durata generale del prodotto mi è sembrata buona. I tempi di asciugatura purtroppo non sono proprio velocissimi, impiega due o tre minutini per asciugarsi completamente, ma se avete la pazienza di stare ferme (io non l’ho avuta e ho fatto il pasticcio che vedete -.-) non è niente di tragico.

In generale è proprio un bel smaltino, sono molto contenta di averlo trovato, di solito con gli omaggi delle riviste è un terno al lotto! Se vi piace e lo trovate non fatevelo scappare: non è un colore molto comune!


E voi approfittate degli omaggi delle riviste? Cos’avete trovato?

martedì 3 giugno 2014

Haul Maggio 2014

Rieccoci con la rubrica sugli acquisti del mese appena passato, e questa volta ho fatto proprio la brava. Temo che non sarò altrettanto brava a Giugno perché è il mese del mio compleanno, e non parliamo di Luglio e dei suoi saldi! Intanto vediamo cos’ho combinato a Maggio!
E qui siamo al limite dell’elemosina! L’anticellulite Cell active di Leocrema, il mascara Hypnose Drama di Lancome e lo smalto n°02, Galaxy Queen di Deborah li ho rimediati tutti acquistando delle riviste! Non ricordo di preciso chi era con cosa, i giornali interessati erano TuStyle, Gioia e Grazia se non sbaglio, ma per quei tre prodotti ho pagato al massimo 4 euro! Ottimo! Gli swatch dello smalto già li ho tra l’altro, quindi a giorni approfondiamo! Ho comprato il dischetto esfoliante da Sephora! Lo amo tanto tantissimo! Costa intorno ai 5 euro, ma avendo io uno sconto l’ho pagato meno. Non vi parlo anch’io della promozione Pupa sui rossetti! Veramente, ci è uscita dalle orecchie! Ho fatto una fatica incredibile a scegliere un colore perché secondo me erano tutti tristemente simili tra di loro. In molte hanno cantato le lodi della “vasta gamma cromatica”, ma sinceramente mi sa che abbiamo visto collezioni diverse! Oppure la mia vista è peggiorata di moltissimo. Fatto sta che ho comprato il 306, è un bel rosso con un punta di fuxia e l’ho già usato un paio di volte: ho fatto dei pasticci incredibili per applicarlo, mi piace il fatto che sia leggero, è paurosamente durevole e mi sta schifosamente bene. E vi siete pure beccati le prime impressioni! Infine un pezzetto di 9 agrumi e mezzo di Lush. Per un barattolo di Gurugù che ho comprato per qualcuno credo. Fa un profumo!

E si, ho fatto acquisti in tema pilifero! Ho riacquistato la mia amata cera gel di Veet, l’unica che riesce a rimuovere i peli da qualsiasi zona. La userò solo per i punti in cui la cera orientale di Nectar of Nature fallisce. Ho preso le strisce depilatorie di Strep per le emergenze! Questo non è un genere di prodotti che amo, ma mi fa comodo averne in casa e trovo che le strisce di questo marchio siano nettamente migliori rispetto a quelle di Veet. Infine ho provato ad acquistare la crema decolorante di Shultz per schiarire i peli superflui. Pensavo di utilizzarla sulle cosce, la zona che più mi da noia quando devo depilarmi perché i peli sono più sottili e non sempre vedo bene dappertutto. Spero vivamente che funzioni!

E questo è quanto! Ho fatto acquisti abbastanza oculati questo mese e sono piuttosto contenta. E voi cos’avete comprato? Avete approfittato anche voi di qualche occasione?

lunedì 2 giugno 2014

Preview essence: Wave Goddess Limited Edition

Eccoci in un nuovo mese con una nuova Limited Edition di essence! Ormai è quasi un appuntamento fisso! Oggi parliamo delle LE Wave Goddess in uscita tra Luglio ed Agosto 2014… Guardiamo subito cosa troveremo! (forse! T^T)

Partiamo come al solito dagli ombretti, in crema questa volta! Saranno quattro, un bel rosa pescato e tre tonalità di azzurro: un blu scuro e luminoso, un azzurro cielo ed un celeste chiaro. Io adoro l’azzurro, e detesto il fatto che mi stia male! Se lo trovassi prenderei quasi sicuramente il rosa, sembra un colore molto naturale e luminoso, l’ideale quando si ha fretta, speriamo che la texture sia leggera e che si distribuisca in modo omogeneo. Il secondo colore mi fa impazzire, ma mi starebbe da cani! La disperazione! Discorso simile per il terzo colore, ma potrei fregarmene per utilizzarlo come eyeliner! Chissà se si presta a questo genere di cose! Infine il colore più chiaro proprio non mi piace, non saprei bene come usarlo, forse come base? Chissà! I colori sono  01 have a break, 02 crush on blue, 03 stand up and paddle e 04 life is better when you surf e costeranno 2,89€ l’uno.

Passiamo ai tre eyeliner occhi a lunga durata! Disponibili sui toni dell’azzurro (nella falsariga degli ombretti di cui sopra), sono tutti 2in1, quindi ogni penna ha due punte: una per tracciare righe sottili ed una per tracciarne di più spesse. Mi sembra carina la versione blu scura, ma viste le mie capacità, forse tanto varrebbe prendere l’ombretto in crema ed applicarlo col pennellino angolato. Le colorazione sono 01 life is better when you surf, 02 have a break, or two e 03 stand up and paddle! e costeranno 3,79€ l’uno.

Per le labbra vediamo comparire due balsami colorati: un fuxia tenue ed un albicocca. Ottime per quando si è in spiaggia e le labbra iniziano a tirare, se avessero anche un fattore di protezione solare (tipo i li pbalm di Kiko), forse sarebbero ancora migliori! Carini anche i colori, molto estivi, ideali per dare un velo di colore! I numeri sono 01 loose your heart on the board e 02 life is better when you surf e costeranno 2,89€ l’uno.

Altro prodotto interessante è la blush tint! Ha un bel colore fuxia che dovrebbe amalgamarsi bene al colore della vostra pelle e dare un bel colorito sano e naturale. Spopolano sempre questo genere di prodotti, credo proprio che andrà a ruba! È il numero 01 loose your heart on the board e costerà 3,19€.

As usual: la cipria illuminante! Bianca, spero che sia tipo le ciprie HD o farà l’effetto fantasma! Niente da fare, io proprio non capisco questo genere di prodotti! C’è un’unica versione, la 01 sparkling goddess e costerà 3,79€.

Eccoci arrivati agli smalti! Sono quattro e tutti venduti con un anellino in gomma! Questi non mi fanno impazzire, ma trovo che siano delle buone scelte! Il rosa forse è il più banale di tutti, ma visti i microglitterini potrebbe anche rivelarsi molto bello. Bello il giallo se riuscite ad ottenere una buona abbronzatura (e viste le premesse me ne tiro fuori!) e molto belli l’azzurro ed il blu… Forse il migliore del quartetto è proprio il blu! Le colorazioni sono 01 loose your heart on the board, 02 wave down the lime, 03 have a break e 04 crush on blue e costeranno 2,29€ l’uno.

Tatuaggi adesivi! Perchè? É una cosa veramente per ragazzine, anche se devo dire che il tatuaggio a forma di orologio da piccolo mi sarebbe piaciuto! Ha il suo perché! C’è una sola variante, la 01 the early bird catches the wave e costerà 2,49€.

Una lacca! Non avevo mai visto prodotti simili in una LE di essence, sono piuttosto sorpresa! E non mi convince! Si dice che sia arricchita di sale marino e che dia volume, ma detta così non mi sembra un prodotto particolarmente funzionale… Vedremo cosa ne diranno. Questo prodotto è il numero 01 wave me up! e costerà 4,49€.

Infine un oggettino utilissimo che valuto di comprare da almeno un paio d’anni: un astuccio porta occhiali in silicone! Color pesca, carino proprio! Così posso abbandonare gli occhiali da vista in un posto dove so per certo che non ci saranno infiltrazioni di sabbia! Utilissimo, punto anche un borsellino per le monete simile a questo! È il numero 01 life is better when you surf e costerà 3,79€.

E questo è tutto! Trovo che sia veramente una bella collezione, molto estiva e con prodotti decisamente sfruttabili. Mi auguro vivamente di trovarla!


E voi cosa ne pensate? Avete visto qualcosa che vi ispira?

domenica 1 giugno 2014

Out of Mind #12 Maggio 2014

Rieccoci con il programma di smaltimento dei prodotti! Procedo nell’impresa di smaltire gli svariati prodotti aperti e/o quelli accumulati senza fare sprechi! Per questo mese sono relativamente soddisfatta, ma conto di fare di meglio a Giugno! (Sì, lo so, lo dico ogni volta!) Ecco i terminati!

Iniziamo a parlare dei prodotti assenti in foto: il sapone Miranda di Lush e la cera orientale di Nectar of Nature. Abbiamo già parlato di entrambi i prodotti quindi non mi soffermo, mi dispiace che il barattolone della cera sia stato buttato, poteva far comodo. Poco male, l’ho già ricomprata! :)

Tra gli altri prodotti già nominati vediamo scomparire anche i dischetti struccanti Cotoneve (usati solo ed unicamente per rimuovere lo smalto!), il sapone Extra Dolce all’Uva e Mora de I Provenzali e lo stick labbra al miele di Bottega Verde. Tutti prodotto che non mi sono piaciuti, il stick labbra volevo addirittura smaltirlo come idratante per i gomiti (come ho fatto per quello all’Argan), ma alla fine ho lasciato perdere: era un buon prodotto al di là del sapore nauseabondo!

Terminato l’ennesimo deodorante Pure di Dove… Praticamente è il deodorante della casa perché lo usiamo un po’ tutti (come lo shampoo Shultz o lo Splend’Or al Cocco!), credo che ne parlerò prossimamente! Invece butto senza pietà l’eyeliner liquido di LadyLya, è con me da quasi 5 anni e non si chiude bene a causa del tappo rotto. L’ho ripreso in mano da poco, e pensate, so usarlo! Però è visibilmente scaduto: puzza e le linee si cancellano nel giro di mezz’ora! Forse conserverò il pennellino…

Infine un campioncino di Lush: Karma cream! Avendo problemi di secchezza praticamente solo dal ginocchio in giù l’ho pure sfruttato parecchio! Non mi è dispiaciuta, per idratare idrata abbastanza, mi sembra che si assorba in tempi buoni ed ha addirittura un buon profumo! In genere la profumazione della linea Karma non mi piace, ma in questo caso devo dire che l’ho trovato piacevole, è dolciastro, sa tipo di cosa vecchia, particolare. Carino!

Ed anche per questo mese è tutto! Sì, devo decisamente fare di meglio nelle prossime settimane! Ho già qualcosina in dirittura di fine…


E voi avete terminato qualcosa che vi portavate dietro da molto? Cosa?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.