Google+

mercoledì 29 gennaio 2014

Essence Stay matt n°01, velvet rose

Questa di oggi non so se sia una recensione o un post di prime impressioni sinceramente. Se non fosse un prodotto che sta andando fuoriproduzione aspetterei mooolto di più per parlarvene, tuttavia la essence mi ha messo un po’ di fretta e ho dovuto muovermi a farmici un’idea. Ci sono riuscita credo abbastanza bene, ma poi vi esporrò le mie perplessità.

Non è un prodotto che mi ha fatta impazzire! Il suo primissimo problema sta nell’applicatore: la spugnetta preleva troppo prodotto e finisce sempre che io, che sono impedita come una foca, lo spargo un po’ ovunque. Però, durante le ultime applicazioni, ho notato che basta perdere un momentino per scaricare un po’ di prodotto nel tubetto per non fare disastri: molto meglio! In secondo luogo non si stende uniformemente, solitamente do una prima passata, aspetto un qualche secondo e poi ne passo una seconda. Così il discorso si fa più uniforme, ma resta il fatto che il prodotto si precipita in tutte le pieghette che riesce a trovare. Per attenuare questa cosa bisogna avere le labbra non perfette, di più, perché accentua tutto. Fortunatamente questa cosa si nota solo guardando da vicino, da lontano l’effetto è abbastanza naturale. Forse secca lievemente le labbra, ma non in modo insopportabile. Si fissa abbastanza bene e dura un sacco se non fate niente di particolare, se vi limitate ad andarci in giro state tranquille che vi seguirà ovunque, ma non sperate che sopravviva ad un pasto. Con me non ce l’ha mai fatta!

La vera nota dolente su di me è il colore! Quest’estate ho passato un periodo in cui sentivo la mancanza di un rossetto che non avesse un colore accesissimo e da quella volta ne ho presi un paio dai colori tenui. Questo è uno di quelli, è un rosa chiaro ma non troppo (anche un po’ più rosato rispetto alla foto, scusate, ma ultimamente non c’è luce!), mi sembrava un bel colore dagli swatch, ma su di me non me lo vedo. Quando lo applico mi sento un po’ come una di quelle che la dia via come se non fosse sua! È normale sentirsi una poco di buono con un rossetto rosa ma a postissimo con un rosso? Decisamente no, ma lo so di non essere troppo normale! Me lo vedo malissimo addosso, mi ci sento proprio a disagio se ci penso. Avrei aspettato di più per recensirlo perché magari in estate mi ci vedrò meglio, mi dispiace demolire così un prodotto solo per una percezione mia sinceramente!


Insomma, questo prodotto non mi piace per diversi motivi e questa cosa mi lascia non poco stranita perché con l’altra colorazione che ho è ammmore puro (ne parleremo nei prossimi giorni)! Credo che lo riprenderò in mano durante l’estate, ma se continuerò a non vedermici lo lascerò a qualcun’altro!

 E a voi è mai capitato di trovarvi malissimo con un colore? Come avete risolto?

martedì 28 gennaio 2014

Top autunno 2013

Cavolaccio, è il secondo episodio di questa “rubrica” e sono di nuovo in ritardo in modo imbarazzante (e non parliamo dei post arretrati nella categoria vari ed eventuali!). Recuperiamo partendo subito ed iniziamo col cibo!

As usual, i cibi che mi sono rimasti più impressi e che ho mangiato di più. Tra i più divorati ci sono sicuramente mele e mandarini! Io mangio abbastanza frutta, se mi piacciono i frutti di una determinata stagione. Mele a parte, quelle ci sono sempre, d’inverno prendo le golden (se poi trovo le Melinda è il massimo XD), le infilo in qualche torta o le faccio semplicemente in padella con la cannella. Invece quando fa caldo prendo quelle verdi: più sono acide e acerbe e più mi piacciono. Questo frutto lo vedrete spesso! I mandarini, beh sono di stagione e mi sono sempre piaciuti un sacco. Li mangio proprio come se fossero caramelle, una volta da bambina me ne sono sparati 11 di fila. No, madre non ha mai avuto grossi problemi a cibarmi quando ero piccola! Il tiramisù: ho imparato a fare il tiramisù! Più o meno fatto sulla ricetta di madre di moroso: il SUO tiramisù è così buono da essere al limite della legalità. Il mio… beh, ci devo ancora lavorare, ma è buono! Le tre teglie che vedere nell’immagine sono quelle preparate la vigilia di Natale, e quello non era niente male (se avessi disposto meglio la crema!). Ma neanche il primo tentativo ha fatto schifo. Dio, si poteva benissimo bere con una cannuccia, ma questo è un dettaglio. Non guardiamo il pelo nell’uovo!

Due elementi mancanti in foto! Non sono decisamente tipa da fotografare il cibo prima di mangiare. Io mi ingozzo direttamente! La mia pizza standard: patatine e salsiccia. È tanto buona quanto pesante! La adoro, ma credo che mi converrà trovare una sostituta, nelle ultime settimane digerirla è diventato un po’ troppo macchinoso! Infine, io e moroso abbiamo scoperto il ramen del Wok Around! Buonissimo e caldissimo! In realtà, non è ramen nel senso tradizionale del termine, è praticamente salsa Miso, Noodles, verdurine e manzo, credo. Non trovo riscontri su internet, ma mi sembra che sia una catena di ristoranti, magari ne avete uno vicino a casa. Fantastico quando si ha un raffreddore killer, mi sto informando parecchio ultimamente, mi piacerebbe riprodurlo, ma al momento sono piantata perché non trovo una ricetta per i noodles (l’impasto intendo!), se avete suggerimenti sappiate che sono ben accetti! Appena imparo a farlo vi passo la ricetta!

Passiamo a cose più noiose? Sììì! Quest’autunno è stato da panico dal punto di vista dell’abbigliamento perché ho iniziato a lavoricchiare come promoter da Bottega Verde e ci devo andare vestita in un certo modo. No jeans, no troppo sportiva, no troppo in tiro. Il mio armadio invernale è una depressione! Sono disoccupata da due anni ed in questi anni sono pure dimagrita abbastanza. Tante cose non mi vanno più bene (e sinceramente sto anche un po’ faticando a ricostruirmi un guardaroba, ma questo lo vedete nei miei haul) e ogni settimana sono un po’ in difficoltà. Ho riscoperto quel chiassosissimo vestitino a pois comprato al Newyorker di Praga 3-4 anni fa. È particolare perché è a palloncino, ed indossato da solo sembro una pera. Ma ho imparato il trucco: la cintura in vita! Ma come ho fatto a non pensarci prima?? Così mi sta benissimo ed è (anzi, sono!) adorabile con le calze nere coprenti e le ballerine! Usatissimo in autunno il maglione comprato l’anno scorso ai saldi da Terranova! Pagato 15 euro, se quest’anno ne avessi trovato un altro simile l’avrei preso sicuramente! È lungo fino a poco sotto il sedere, quindi lo metto con i leggins ed è caldissimo. La mia porta documenti blu: l’unica borsa che ho usato! La amo immensamente, ma che noia! Ed infine: Superga e stivali! Sì, giro ancora con le Superga di cotone, non ho ancora tirato fuori le Nike invernali, hanno un plantare così comodo! E, nota dolente, gli stivali: vorrei tanto prenderne un paio neri, perché questi hanno un colore che fatico ad abbinasse e non mi valorizzano molto, ma non trovo niente che mi piaccia! In ogni caso questi sono molto comodi e hanno pure un po’ di tacco interno che fa sempre piacere! Spero di trovare qualcosa di diverso!

Sì, siamo alla fine: il make up! Ed anche qui: la noia! Un’esplosione di marroni con la Undressed di MUA (che è da dicembre che mi riprometto di recensire!), l’ombretto in crema Pupa Vamp 501, la matita essence STAYS nomatter what n°02 stunning brown e la palette quattro, sempre di essence, n°05 to die for. E cosa vi devo dire? Io mi sento a mio agio così! Ho stra usato anche l’ombretto Notting Hill di Neve, che è rosa, non marrone! Immancabile la matita nera, sto “approfondendo” la n°100 di Debby ed inizio già a dirvi che fa schifo! Usatissimo anche l’eyeliner in gel di essence n°1 midnight in Paris. Questo prodotto tecnicamente non è andato fuori produzione, ma praticamente sì: mistero! Come mascara lo STAYS no matter what sempre di essence, ma visto che sta uscendo di produzione lo conosciamo tutti bene ormai! Molta più fantasia sul fronte rossetti! Ho usato moltissimo il rossetto arancione di Kiko n° non-c’è-scritto-ma-porca-di-quella-mucchetta. Tra un paio di mesi sarà primavera e saremo invasi dai rossetti arancioni, ma sinceramente è una tonalità che sento più autunnale (questo non vuol dire che non lo userò!). Oltre a lui, il mio adorato Debby n°11, lo Stay matt di essence n°02 smooth berry ed il buon vecchio 02 waka waka della LE Tribal Summer di essence. Quest’ultimo SEMPRE abbinato alla matita marrone citata poco sopra: quello è il tipico trucco da “sono nel panico ma tu non lo saprai mai!” o da “sono orrenda e ho poco tempo per rimediare”. Adoro! Per la base il solito, la mia cipria Accord Perfect di L’Oreal, il pigmento di Lush ed il correttore CoverStick di essence.

E questo è tutto per quanto riguarda il mio autunno. Spero che con l’inverno sarò puntuale!


Ma anche voi avete passioni “stagionali”?

venerdì 24 gennaio 2014

Splend’Or: balsamo addolcente al cocco

Perché fare un post quando basterebbe scrivere “Splend’Or al cocco” per favi capire di cosa stiamo parlando e quanto funziona? Perché LUI lo conoscono tutti e non ho mai letto una recensione negativa a proposito. Lui può tutto e ha pure un inci abbastanza buono. Lui costa pochissimo e di trova ovunque. Si presenta da solo e probabilmente è il balsamo più mainstream del momento. Signore e signori: lo Splend’Or al cocco!

Le presentazioni in grande erano dovute: questo è veramente un gran prodotto! E se mi seguite da un po’ sapete quanto io sia pretenziosa in quanto a balsami. Io ho i capelli mossi/molto mossi/ricci/ come gli gira e li pettino solo prima dello shampoo, quindi due volte alla settimana più o meno. Nei giorni in cui non vedono la spazzola però DEVONO restare districati, altrimenti mi si formano dei nodi grossi come alveari e sono costretta a strapparli. Per non parlare del fatto che una volta pettinata la mia chioma prende un volume che sembro l’incrocio tra un cocker e Jimi Hendrix. Già, non è carino, meglio evitare!

È dura trovare un prodotto che faccia tutto quello che gli chiedo e questo è uno di quelli! Districa bene e lascia i capelli morbidi, anche con relativamente poco prodotto. Io pretendo qualcosa e lui lo fa! Vi dirò, sui capelli rovinatissimi che avevo fino ad un paio di mesi fa, non faceva tanto effetto, ma quelle erano condizioni estreme in cui non funzionava più niente (tranne le forbici).

Originariamente avevo acquistato questo balsamo per fare il cowash e devo dire che è un utilizzo per il quale mi piace molto! Ci sono occasioni in cui i miei capelli stanno da schifo anche se li ho lavati da poco. Parlo di forma (tipo quando sono ricci da una parte e dritti dall’altra -.-). Mi scoccia rilavarli e ri-torturarli con lo shampoo, credo che non gli faccia troppo bene. In questi casi bagno la chioma, applico una buona dose di questo balsamo, faccio la doccia e risciacquo. Capelli perfetti! Poi ad un certo punto l’ha scoperto sorella 2 (capelli sottilissimissimi) e ora lo pretende sempre. Credo che lo usi anche padre, ma non ne sono sicurissima!

Insomma, mi piace questo balsamo, credo che sia uno dei migliori che io abbia mai provato! Tra l’altro, ultimamente lo sto usando insieme allo shampoo solido di Lush Godiva e devo dire che la combo è assolutamente perfetta: morbidezza assoluta e duratura! Provateli insieme!


E voi avete mai usato questo shampoo? Cosa ne pensate?  

martedì 21 gennaio 2014

China Glaze n°717: grape juice

Spesso, vista la varietà di smalti che vediamo in giro, scegliamo solo in base al nostro gusto personale. Ci piace il colore? Ci piace il finish? (Non è che è uguale ad uno che già ho?) Non sono come gli ombretti o i rossetti, per quelli sappiamo cosa evitare e cosa no. Sulle mani pensiamo che un colore valga l’altro, che ci stia bene tutto. Sbagliato! Certo, è complicato trovare uno smalto che ci stia male, ed anche se lo troviamo, non è la fine del mondo, alla fine forse lo noteremo solo noi. Però, se siete come me vi darà non poco fastidio! Oggi vi parlo dello smalto Chine Glaze n°717, grape fruit, e vi spiego perché mi sta da cani!

Il prodotto in se è abbastanza liquido (ma non come il Deviantly Daring!) e sebbene il pennellino sia sottilissimo si stende bene e facilmente. Un appunto sul tappo della boccetta: è comodissimo! È grande ed offre un’impugnatura bella salda, magari tutti fossero così! Purtroppo è poco coprente, il colore dello swatch è frutto di due passate, ma avrei dovuto farne una terza (se ne avessi avuto voglia!). I tempi di asciugatura sono così così: non ci mette molto, nel giro di un paio di minuti è a posto, ma ho visto di meglio.

Il colore è proprio bello, è un viola medio pieno di microglitternini argentati. Ecco, loro sono il problema! A me l’argento sta male, non so neanch’io dirvi il perché, ma fa proprio a pugni con la carnagione delle mie mani. È come se fosse spento ed il viola non aiuta a migliorare la situazione. Ho tantissimi smalti viola qui a casa, ma questo è l’unico che mi fa l’effetto cadavere. Su madre che ha la pelle più bianca sta decisamente meglio!

Questo smalto non mi è piaciuto proprio, e poverino, non è nemmeno colpa sua! Sinceramente non mi ero mai accorta che l’argento mi donasse così poco (intendo quello in piccole dosi, del “full argento” già i sapeva!) e credo proprio che d’ora in poi starò più attenta quando farò acquisti. È inutile comprare smalti con i quali poi magari mi sento a disagio!


E voi avete mai provato uno smalto che vi stava malissimo? Quale?

lunedì 20 gennaio 2014

Benecos: hand cream for happy hands

Eccoci qua con una nuova recensione! Oggi parliamo di un prodotto Benecos, e credo che sia pure il primo di cui vi parlo! Della serie: chi ben inizia… No, non iniziamo bene, questa crema mani non mi è piaciuta assolutamente! Però il marchio mi ispira ancora molto, sia per gli inci perfetti che per la fascia di prezzo. Lo rivedremo su questi schermi!

Hand cream for happy hands: in realtà le mie mani non è che siano state così felici. E nemmeno il mio naso a dirla tutta. La profumazione è veramente fastidiosa! Tipo aloe con un goccio di alcol (quello disinfettante intendo), è forte e persistente e credo proprio che se fosse stata una crema viso non sarei riuscita a tenerla. E sì che nell’inci, di aloe, non ce n’è neanche l’ombra!

La consistenza è leggera, sembra quasi un gel ed infatti si asciuga abbastanza velocemente, per qualche minuto lascia una sensazione di bagnato che mi da un po’ fastidio, ma poi si assorbe in fretta. L’idratazione è minima! Ammorbidisce la pelle e da un minimo di sollievo se sentite la pelle tirare, ma l’effetto dura pochissimo, se avete la pelle molto secca avrete bisogno di riapplicarla spesso! E sto parlando di una pelle in condizioni normali. Io spesso mi rovino le mani con i detersivi e mi ritrovo con zone secchissime, in quei casi questa crema non fa neanche fresco, come applicare acqua.

Insomma, non fa proprio per me: ogni volta che la uso sento l’irrefrenabile istinto di andare ad abbracciare il mio barattolo di Gurugù. Forse può essere un buon prodotto nelle stagioni calde, ma personalmente preferisco qualcosa di più corposetto  tutto l’anno.


E voi avete mai provato questa crema? Cosa ne pensate?

sabato 18 gennaio 2014

Haul Dicembre 2013

Ma quanto sono in ritardo con questo post?? Scusate, ma tra le feste ed il sole che non si fa vedere ho rimandato fino ad oggi. E mi scuso anche per la qualità delle foto: c’è sempre brutto tempo e di conseguenza poca luce, sono brutte, ma non potevo aspettare marzo! Ma partiamo subito!

Se mi seguite su facebook lo sapete: ho vinto un giveaway!!! Io! Che quando mi è andata bene ho vinto le medaglie di consolazione alle elementari! Il giveway era ->QUESTO<- di MissCreamyCreamy che aveva come premio un capo + un accessorio a scelta dal sito cinese LovelyWholeSale. La massima difficoltà nello scegliere! Volevo le scarpe col cinturino davanti (che ha fatto vedere anche lei nel video tra l’altro), nere. Splendide, a me già piace il modello in sé, poi quelle erano proprio perfette, non esageratamente alte e con un tacco apparentemente stabile. Non c’era il numero! Cambia sezione! Sono partita con vestitini e ho fatto una cernita dei modelli che mi piacevano. Tirati fuori questi mi sono presa le misure e le ho confrontate con le misure riportate nel sito. Tipo il 90% dei modelli sono stati esclusi perché su di me sarebbero stati letteralmente inguinali. Due modelli sono arrivati allo spareggio, entrambi mi sarebbero stati bene, ma erano completamente diversi: uno è quello che ho preso cioè questo, mentre l’altro non posso farvelo vedere perché non c’è più, ma era bianco con delle rosellone rosse e gialle e stretto in vita. Ho chiesto opinioni in giro e tutti hanno bocciato il secondo. Beh, se tornassi indietro, manderei a quel paese tutti e prenderei lui. Questo che ho preso è bellissimo, ma difficile da portare. Volendo lo potrei indossare per una cerimonia (i colori con una luce decente sono migliori, eh!), ma non per andare a fare la spesa per esempio. Mi dispiace limitarlo così! L’altro lo potrei indossare sempre ed anche in inverno, con cardigan calze e stivali magari. Sono pentita per una questione di versatilità. La qualità dite? Beh, così così! Total sintetico ovviamente, la qualità non è eccelsa, ma ho visto cose decisamente peggiori.

Crisi per quanto riguarda l’accessorio di gioielleria da scegliere! Io non uso accessori, io porto gli stessi orecchini da 4 anni (che pulisco con regolarità, ovviamente!) e ho due collanine. Non sono una patita del genere e forse non userei neanche queste cose se non fossero regali di moroso. E non ho neanche amiche amanti di queste cosine, perché altrimenti potevo prendermi avanti con i regali di natale. Il vuoto proprio! Poi sono incappata negli accessori per capelli e ho trovato lui: l’elastico col fiocco gigante! È meraviglioso! Questo lo adoro ed è fatto benissimo: l’elastico è bello resistente, non di quelli di spugna che poi scivolano via, è elastico elastico! (W le ripetizioni!) Forse sarebbe stato meglio se la circonferenza dell’elastico fosse stata minore, ma sto proprio cercando il pelo nell’uovo! Il fiocco è proprio bello, non saprei dirvi che tipo di tessuto è (e la foto non aiuta -.-), ma è elegante, ed il blu intenso contribuisce! Mi piace usarlo anche per chiudere lo chignon: faccio la coda, inserisco la ciambella, ci “apro” sopra i capelli, chiudo con un elastico sottile e sopra quello sottile metto questo, in modo che il fiocco nasconda un po’ i ciuffetti che spuntano da sotto. Bello, mi piace! :)

Continuiamo con i capi cinesi! Vicino alla mia parrucchiera c’è uno di quei mercatoni gestiti da cinesi con tutto dentro. Avevano pure un gran bel stand Astra ma mi sono contenuta. Lì ho trovato un paio di pantaloni da tuta belli pesanti, con quella specie di pile morbidino dentro. Adoro! Era una vita che cercavo dei pantaloni così per stare a casa e questi sono ottimi, comodi e caldissimi! L’unico loro difetto è che sono privi di elastico, si chiudono solo con i cordoni, e mi sembra un po’ poco. Ma nonna può rimediare! Pagati sui 10-12 euro se non sbaglio. Poi ho preso delle calze francesine grige a poco più di 3 euro. Non le ho ancora usate, non so se possono starmi bene, ma sono tanto carine! Vedrò se mi stanno bene, se proprio dovessi far ridere le userò come calzettoni.

Ok, questo maglione, visto così ben allargato, sembra poco invitante. Neanche sull’appendino fa una gran figura. Ma credetemi se vi dico che è splendido, uno dei migliori acquisti dell’anno! L’ho visto nella vetrina di Zuiki ed è stato ammmore a prima vista ed appena trovato l’ho preso (pagato 25,95 euro se non ricordo male). Meno male che non ho aspettato i saldi perché nel giro di una settimana è scomparso! È caldissimo, è avvolgente, ha quel pizzo sotto che è una favola e sta da dio indossato con dei jeans blu scuro e gli stivali. Spesso lo “sposto” un po’ all’indietro per renderlo asimmetrico e mi piace proprio un sacco! Giuro che se ai saldi lo avessi trovato di un altro colore lo avrei preso, se
lo trovate prendetelo, o almeno provatelo, perché merita davvero!

Lush! Sì, foto mancante perché sono una polla! Preso (e già concluso) un pezzo di Biancaneve. Quanto è morbido! Preso anche un pezzo di Voglio la luna, questo l’ho iniziato, ma vorrei usare anche l’altro pezzo prima di propinarvi la recensione definitiva. In ogni caso per ora mi è piaciuto. Come campioncino mi pare di aver ricevuto il balsamo Pazza Idea.

Kiko: in dicembre Kiko si è dato agli sconti folli e siamo state tutte molto contente! 1000 cosine avrei preso, ma poi mi sono limitata a due. La Glamorous Eye Pencil n°400, dorata. Sì, io il mese scorso, complici le feste, ho avuto un gran bisogno di cose dorate, quindi, sebbene non ami le matite di Kiko, ho pensato di prendere questa e l’ho pagata veramente poco (non chiedetemi quanto, ho buttato ieri lo scontrino!). Poi ho approfittato per prendere il full coverage concealer nella colorazione 04. Tecnicamente è un regalo di moroso, perché il giorno che l’ho preso era con me e ha deciso di pagarlo lui visto che mi stava prendendo il regalo di natale, ma fa brutto dire che mi ha regalato un correttore (è abituato alle mie occhiaie poverino). L’ho usato un paio di volte e non mi ha fatto una grande impressione, non mi sembra per niente coprente! Vedremo!

Infine l’ordine amazon! Ordine che inizialmente era partito perché dovevo prendere una cosa, ma all’ultimo ho trovato un’offerta migliore su ebay e su amazon ho comprato solo libri, tre per me. Cercavo un libro come “la fisica spiegata al mio cane” di Orzel tipo da secoli! Io adoro l’astrologia, mi piace, mi ha sempre affascinata, ma è complicata da comprendere senza delle basi di fisica, materia che non ho mai studiato e che tra l’altro mi ispira. Sì, sono tipa da The Big Bang Theory! Spesso guardando documentari non riesco a capire a fondo quello che spiegano e ho sempre attribuito questo fatto alla mia completa mancanza di basi in materia. Spero che questo libro mi aiuti! “Trappole mentali: come difendersi dalle proprie illusioni e dagli inganni altrui” di Motterlini! No, io in realtà non ho bisogno di difendermi, conosco tutti quei trucchetti che gli sboroni chiamano “mentalismo”, mi piace notare tutti i dettagli di una persona, come si muove, come ride, come parla, come si rapporta: adoro studiare la gente! Devo essere veramente una persona inquietante: non vorrei conoscermi! In ogni caso, sento parlare di questo autore da quando ero alle superiori, tanto che ero partita con l’idea di prendere “economia emotiva”. Poi ho visto questo e non c’è più stata storia: è proprio un ambito che mi affascina! Infine “le lettere di Berlicche” di CS Lewis, avrò letto le Cronache di Narnia migliaia di volte, ma è l’unica opera che ho letto dell’autore e ho deciso che è ora di approfondirlo (omettendo i saggi religiosi e le biografie, che già il film mi ha fatta disperare!). Infine libri vari che forse leggerò: “Lo Hobbit” per nonna; “la freccia di Poseidone” di Cussler e “la diciannovesima luna” di Garcia per madre e “il mastino di Barkerville”, “avventure di Sherlock Holmes”di Doyle, e “profumo di cioccolato” di Littlewood per sorella1.

E questo è tutto per il mese di dicembre! E voi che acquisti avete fatto? 

giovedì 16 gennaio 2014

Essence STAYS no matter what waterproof eyepencil n°02, stunning brown

Già ve l’ho detto nel post sui saldi essence: tra tutti i prodotti rimossi ce n’è uno che mi brucia particolarmente. Sì, mi sta proprio non-vi-dico-dove questa cosa! Ed oggi è proprio di lei che si parla: della matita occhi waterproof della linea STAYS no matter what nel colore n°02, stunning brown.



Questa matita ha due difetti: la temprabilità e la sfumabilità! È un bel casino temperarla perché non è una matita a legno, è tutta di plastica! Ci vuole un buon temperino (io ne ho uno di essence) e bisogna star attenti a temperarla dritta perché se è irregolare potreste ferirvi (true story!). E scordatevi di sfumarla troppo! Se si tratta di sfumare leggermente la riga di eyeliner con un pennellino si può anche fare, ma se volete sfumarla su tutta la palpebra per usarla come base per ombretto, lasciate perdere! Io quest’operazione solitamente la faccio con le dita e non c’è verso: o scompare o non si muove e resta la macchia di colore.


A parte questi due difetti, è perfetta! Io amo usarla per delineare l’occhio, e l’avete già vista in azione in ->QUESTO<- post. Basta veramente poco per cambiare uno sguardo! Un po’ come eyeliner, in una parte della rima interna inferiore e ci sporco un po’ l’attaccatura delle ciglia inferiori. Questo trucco abbinato a kg di mascara e correttore ed ad un bel rossetto potente (waka waka sempre di essence il più delle volte) è l’ideale in qualsiasi occasione. Mi rappresenta.

La durata è ottima anche senza l’utilizzo del primer! A fine giornata, guardandomi gli occhi da vicino, si vede quanto è sgualcita, ma da lontano (cioè quando non ho il naso incollato allo specchio) sembra comunque in ordine, e questo è quello che voglio! Dura un sacco anche nella rima interna! Spesso a fine giornata si può notare ancora un’ombra di colore! Resistente è resistente, ma è veramente waterproof? Ni! Se mi metto con il viso sotto il getto della doccia non succede niente, cioè si bagna, ma non va in giro né altro. Se mi bagno gli occhi e me li strofino anche, cede ma non sbava! Semplicemente scompare e devo dire che tra tutti i problemi di tenuta che può avere una matita occhi, questo è il migliore, perché almeno non crea danni tipo occhi-da-panda e compagnia bella.

Il colore! Di quello non vi ho ancora parlato! È bello, è un marrone ne troppo chiaro ne troppo scuro che a quanto pare contiene anche dei microglitterini dorati. Perché “a quanto pare”? Perché li ho notati solo facendo lo swatch! Sinceramente, usandola ed indossandola, ero convintissima che fosse opaca. Un opaco luminoso, non spento.

E direi che questo è tutto, trovo che questa matita sia assolutamente fantastica e mi dispiace infinitamente il fatto che essence l’abbia tolta di mezzo perché credo che sia un prodotto che farebbe comodo a moltissime altre ragazze!


E voi avete mai provato questa matita? Come vi sembra?

martedì 14 gennaio 2014

Bottega Verde: mousse detergente delicata all’aloe

Eccoci con una nuova recensione e con un nuovo detergente viso. Era un sacco che non trattavo l’argomento,e dato che l’ho detto anche l’altro giorno, ma io negli ultimi mesi, su cos'ho scritto?? O.O Ma passiamo oltre e parliamo del prodotto del giorno: la mousse detergente delicata all’aloe di Bottega Verde!
Questo prodotto è l’equivalente cosmetico del gel per lavastoviglie della Winni’s: lava poco e male. La consistenza è carina, è una mousse spumosa, ma non morbida. Ricordo che quando ero piccola era uscito un sapone per le mani in mousse e lo adoravo perché aveva un meraviglioso profumo dolce (vaniglia?) ed era sofficissimo. Questo no, è più “secco”. Ho voluto provarlo per riavere la sensazione di quel vecchio sapone, ma non l’ho avuta e ci sono rimasta un bel po’ male! Ovviamente anche il fatto che avesse un buon inci è stato decisivo ai fini dell’acquisto! Neanche il profumo è piacevolissimo, sa di aloe e a me personalmente non piace. Credo che “l’effetto mousse” sia dato dal tappo, l’ho svitato e mi sembra che il dosatore sia molto diverso da quelli tradizionali… Farò qualche esperimento, e credo che conserverò la bottiglietta: è veramente solida!

Ve l’ho già detto: lava poco e male. Il più delle volte mi ritrovo con la zona del naso ben pulita e tutto il resto ancora un po’ untino. Neanche avessi la pelle grassa o mista. Ho provato ad insistere di più nel contorno del viso (perché è di tutto il contorno che parliamo!) e la cosa non è migliorata. Non parliamo neanche di come esco se lo uso dopo il bifasico! Posso anche lavarmi tre volte di fila! Molto spesso una volta uscita dalla doccia mi rilavo il viso col Fresh Farmacy di Lush! Da un estremo all’altro proprio!

Non c’è niente da fare: non mi piace proprio! Capisco che nasce come detergente delicato, ma non trovo accettabile il fatto che praticamente non lavi! Sono veramente contenta che stia finendo (e vi dico, mi sarà durato al massimo 3 mesi!), ora lo alterno con qualcosa di più efficace e spero proprio di inserirlo nel prossimo Out of Mind!


E voi avete mai provato questo prodotto? Cosa ne pensate?

sabato 11 gennaio 2014

Out of Mind #8, Dicembre 2013

Benvenuti al post di smaltimento prodotti più ritardatario della storia! Chi ben inizia… No non è il caso di continuare! Il mese prossimo cercherò di essere puntuale, ed ora passiamo ai  (pochi) prodotti terminati in dicembre!

Partiamo dal prodotto assente: ho preso e finito un pezzo di Biancaneve di Lush! A me e madre è mancato così tanto!

Terminati anche due grandi classici della casa: lo shampooalla camomilla di Shultz ed il solvente per smalto della Parisienne. Di entrambi abbiamo già scorte praticamente infinite!

Terminato anche lo shampoo antiforfora di Lavera di cui vi ho parlato ieri. Perché io entro in doccia il pomeriggio di Capodanno, agguanto il flacone e ci trovo lo shampoo diluito. Ma porca… Quindi l’ultima “lavata di capo” del 2013 si è svolta con all’insegna del “oggi non ho tempo, ma vedi appena ti becco sorella!”. E fu così che anche lui ci abbandonò.

Finito anche lo stick labbra all’olio d’oliva di BottegaVerde, proprio come avevo predetto! Mi sono tanto lamentata del suo sapore… Non avevo ancora provato quello che sto usando adesso! Vi giuro che mi manca!

Infine, ho vuotato il campioncino di crema viso Shangri La di Lush. È fondamentalmente un’antietà quindi inizialmente l’ho usata come contorno occhi. Ma poi non ce l’ho più fatta: puzza troppo! Ho finito per usarla come crema corpo e devo dire che non mi è sembrata male, mi è sembrata molto idratante. Se non vi danno fastidio gli odori forti ed avete la pelle molto secca vi consiglio di richiedere un campioncino e provarla!

E questo, tristezza infinita, è tutto! Spero di recuperare presto anche l’haul di dicembre ed i top dell’autunno, se esce un po’ di sole magari!


E voi siete riusciti a smaltire qualche prodotto? Quali?

venerdì 10 gennaio 2014

Lavera: shampoo antiforfora al fiordaliso

È tanto che non parliamo di capelli, eppure io sto provando tante cosine ultimamente. Dobbiamo recuperare! Iniziamo subito parlando dello shampoo al fiordaliso di Lavera!

Se mi seguite già lo sapete, io ho un po’ di forfora più o meno sempre, ma quando sono stressata il problema cresce esponenzialmente. E io sono praticamente sempre stressata! Va a periodi, ci sono momenti tranquilli e ce ne sono altri nei quali non so veramente da che parte girarmi! Ultimamente mi sta tradendo anche l’antiforfora di Pantene che, poverino, ha tutti i difetti di questo mondo, ma mi faceva tanto bene! Io è tipo da giugno (e ve l’avevo già accennato) che non so che pesci pigliare!

E dopo quest’intro apocalittica passiamo al prodotto che-è-meglio! E già vi dico che come antiforfora non fa niente! L’ho usato in modo continuato in due periodi diversi, quest’estate e gli ultimi due mesi dello scorso anno. Per vedere se magari, in condizioni diverse funzionava meglio. Ma no, non è cambiato niente. Madre dice di aver visto degli effetti, ma se non me l’ha già fatto ricomprare evidentemente non erano grandi progressi.

Efficacia a parte, come semplice shampoo mi è piaciuto molto! Fa molta schiuma (una schiuma un po’ secca devo dire! O.O), lava divinamente i capelli e li districa anche abbastanza bene. Che sia chiaro, io poi un litro di balsamo lo metto lo stesso, però non arrivo a strapparmi i capelli com’è già successo. Il potere lavante è veramente notevole, io solitamente lavo i capelli il quarto giorno, ma con questo shampoo (a meno che non mettessi olii o simili) arrivavo tranquillamente a cinque giorni! Inoltre, anche dal punto di vista dell’inci, è un prodotto quasi impeccabile!

Insomma, non penso che verrà ricomprato perché come antiforfora non fa il suo lavoro, però è uno shampoo veramente ottimo e sono curiosa di sapere se anche gli altri di Lavera sono così. Mi informerò e cercherò qualcos’altro da provare perché sono veramente molto incuriosita!


E voi avete mai provato questo prodotto? Avete avuto risultati?

giovedì 9 gennaio 2014

Essence STAYS no matter what 24h volume mascara waterproof

Continua la trafila di recensioni sui prodotti che la essence (as usual, brutta e cattiva!) ha deciso di togliere dalla lineapermante. Lo uso ormai da Novembre, normalmente avrei aspettato ancora almeno un mesetto per una recensione in piena regola, ma purtroppo i tempi stringono! Tuttavia devo dire che mi sento abbastanza pronta a recensirlo, quindi non mi è andata poi malaccio. Oggi vi parlo dello STAYS no matter what 24h volume mascara waterproof.
Credetemi, non so perché l’ho preso! Forse nell’entusiasmo di aver trovato qualcosa del nuovo rifornimento (quello dell’anno scorso), o forse perché è giallo. Non lo so! Perché mai avrei dovuto prendere un mascara volumizzante quando alle mie ciglia non serve? Ma soprattutto, perchè mai avrei dovuto prendere un mascara waterproof? Perché quando l’ho comprato non sapevo che lo fosse. Guardatelo, ci vedete scritto “waterproof”? No! È scritto dietro! Ma chi si rigira il mascara prima di comprarlo? (io!) Era tanto brutto scriverlo davanti? E qui, già abbiamo capito che con questo prodotto sono partita col piede sbagliato. Ma passiamo alle cose utili!
Il prodotto ha una consistenza un leggermente collosa, sinceramente temevo peggio vista la mia esperienza col collosissimo multi action blu, inizio a pensare che questa caratteristica sia legata con la resistenza all’acqua del prodotto. Non è una cosa marcatissima, ma si sente e rende un po’ più faticosa del normale l’applicazione sulle ciglia perché tende a tirarle ed io non riesco a direzionarle come voglio.

E non sia mai che lo applichiate senza aver prima pettinato le vostre tenere cigliette perché altrimenti è sicuro che l’effetto sarà orrendo! Non so sinceramente se questo problema è legato alla consistenza del prodotto o allo scovolino, ma sono più propensa ad incolpare il primo. Lo scovolino non è niente di chè, ma non è la prima volta che mi capita di usarne uno simile e le altre volte non mi ha creato problemi. Quindi tenetevi uno scovolino pulito a portata di mano perché serve veramente, altrimenti rischiate di trovarvi le ciglia incollate a ciuffetti.

Per lavorare bene il prodotto ci vuole un po’ di tempo. Pettinate le ciglia (e magari piegatele anche, se ne sentite il bisogno) e applicate il prodotto con calma senza fare troppi zig zag, altrimenti fate un blocco unico e non è carino. L’unico vero beneficio che da questo prodotto è il volume. Io non ne avrei tanto bisogno, ma ne vedo ugualmente gli effetti. Non le fa sembrare più lunghe alla prima. E non le incurva nemmeno per sbaglio. Questi ultimi per me sono due punti decisamente negativi perché in questo modo le mie ciglia praticamente non si vedono dato che, come vedete, stanno basse. La cosa migliora facendo la seconda passata, ma neanche quell’effetto mi piace, lo trovo pesante ed il fatto che il prodotto tenda a fare grumetti non migliora la situazione. Quindi no, non mi piace l’effetto che fa sulle mie ciglia e tenete conto del fatto che negli swatches è applicato a puntino. Vedeste che pasticci faccio, tante volte mi ritrovo anche con gli occhi diversi perché mi si incollano le ciglia in tutti i modi. (La matita che indosso negli swatches è la 02 stunning brown della stessa linea di essence)

È waterproof? Sì! Non mi si è mai sbavato, e gli faccio quasi sempre la doccia per testarlo. Non mi ha mai dato problemi da quel punto di vista. L’unico problema di tenuta che sto riscontrando è che si sbriciola col passare delle ore. All’inizio non lo faceva, ma nelle ultime settimane mi ritrovo quasi sempre con delle briciole di mascara sotto gli occhi. Sono poco più di due mesi che è aperto, non è che si sta già seccando? Mi darebbe non poco fastidio sinceramente!Lo struccaggio? Ho passato tipo tre giorni da panico! Non mi sono accorta subito che era waterproof, me ne sono accorta quando ho provato a struccarmi! Ho provato con l’acqua micellare di Sephora, tutti ne parlano bene, e niente! Mi sono tolta più ciglia che mascara. Ho provato col fresh essential di Garnier ed è andata un po’ meglio, ma non grandi risultati. Alla fine ho preso un bifasico di Nivea e le cose hanno iniziato ad andare meglio.

E direi che questo è quanto! Non è un prodotto che fa per me, è proprio un acquisto sbagliato, ma credo che su qualcun altro possa essere un mascara migliore. Non vedo l’ora di passare a qualcosa di diverso (e di più semplice!).

E voi l’avete mai provato questo mascara? Cosa ne pensate?

mercoledì 8 gennaio 2014

Essence mono eyeshadow n°58; cappuccino, please!


Eccoci qui pronti a parlare di uno dei prodotti che la essence (brutta e cattiva) ha deciso di mettere in saldo e, di conseguenza, fuori produzione. Il prodotto di oggi è il mono eyeshadow n°58; cappuccino, please! Una patita di cappuccini come me poteva non averlo??

È un bel bianco lievemente tendente al panna che si comporta in modo diverso a seconda della luce dell’ambiente in cui ci si trova. Alla luce artificiale (bianca) è shimmer. E neanche poco, ma va bene, lui lo dovrebbe essere per definizione proprio. Alla luce naturale invece cambia, i microglitterni che contiene diventano molto più discreti ed apparentemente più radi. Sembra quasi un ombretto opaco con dei punti luce qua e là. È veramente molto bello una volta applicato!

La scrivenza è media, come per tutti i colori del genere. Io solitamente lo applico sulla palpebra mobile sfumando poi un marrone nella piega dell’occhio (riga di eyeliner, rossetto e a posto). Sì, lo so che sono monotona! In realtà potrebbe essere sfruttato in mille modi come illuminante! È tanto carino, uniforma ed illumina la palpebra abbastanza da farvi sembrare sveglie e attente. Ovviamente, se lo applicate con un pennello è un conto, ma se applicato con le dita (non guardatemi così: se uno ha fretta ha fretta!) è molto più pieno e scrivente.

La durata è buona se utilizzate un primer. Io normalmente uso quello di Kiko e posso dirvi che dopo svariate ore perde un po’ di intensità, ma mi sembra anche comprensibile! In qualche occasione mi è anche andato nelle pieghette, quelle più interne però, quindi non in modo che si notasse troppo, e comunque dopo un sacco di ore.

Insomma, secondo me questo è un colore di cui un po’ tutte hanno bisogno e questo in particolare è meritevole di attenzione. Certo, un paio di difettucci li ha, ma trovo che per quel che costa possa veramente valere la pena!

E voi avete mai provato quest’ombretto? Cosa ne pensate?

lunedì 6 gennaio 2014

Essence nuovo rifornimento primavera 2014

Buongiorno Linda! Un po’ più tardi il post con le novità essence, mi raccomando. Sì, lo so c’ho messo una vita (e certi eventi mi sono pure stati avversi), ma credetemi, capire cosa ci sarà di nuovo quest’anno è stato veramente un casino ed in giro di post fatti male a riguardo ne ho visti a bizzeffe. Volevo mettere insieme un elenco affidabile, non sono convinta di esserci riuscita pienamente, ma ho fatto del mio meglio. Il caos vero e proprio è nato dal fatto che non tutti i prodotti che vi mostrerò saranno disponibili dappertutto. Alcuni, e cercherò di segnalarveli, saranno venduti solo da Muller, in Germania. Scelta pessima secondo me, ma anche secondo tanta altra gente in terra germanica. Bravi, lamentatevi! Intanto qui partiamo!

Iniziamo con 8 nuovi ombretti mono della linea classica! 3 sembrano metallizzati e vi dirò che la cosa mi intriga, soprattutto quella specie di rosa-e-qualcos’altro. Gli azzurri visti così mi piacciono, ma personalmente mi starebbero malissimo e quel verdino somiglia tanto ad uno degli ombretti rimossi quest’estate (il 66 forse?). Il fuxia è sparaflahoissimo e visto il colore penso che possa essere versatile quanto lo shrimp me up. Infine quello chiaro mi ricorda il n°58 che stanno togliendo. Niente di strabiliante.

Aggiunti anche tre ombretti effetto 3D, due dei quali, l’azzurro ed il verde, molto simili a quelli appena tolti. Perché queste scelte? Mah! Invece il marroncino con l’arancione lo trovo veramente brutto!

Due nuove palette quattro! Carine, non in linea con i miei gusti sinceramente, ma sono certa che qualcuno più capace di me saprebbe sfruttarle con entusiasmo. Loro non deludono.

Tolte le palette della linea Sun Club e messe queste, ognuna con un tema. Carine, ma non mi convincono fino in fondo sinceramente. Quelle vecchie mi sembravano molto più complete!

Ricordate le vecchie palettine per smokey eyes? Eccole riproposte, migliorate secondo me! Il colore verticale sinceramente non capisco se sia un semplice ombretto in polvere od una base, ma in ogni caso visti così sembrano set completi. Immancabile l’applicatore in spugna!

Due nuove Long lasting eye pencil: un rosso borgogna ed un marroncino dorato. Interessante la prima, aspetto con ansia i primi swatches (che ovviamente condividerò su Facebook!), mentre la seconda non mi sembra niente di speciale. Anzi, non ce n’era già una così??

Gel waterproof eye pencils! Queste sono nuove! Si dice che siano un trend in Asia, ma sinceramente non ne avevo mai sentito parlare! Curiosità assoluta, non vedo l’ora di saperne di più e di vedere bene i colori, che dalle immagini sembrano stupendi!

Salutiamo due nuove Kajal pencil: una verdina ed una azzurra. Carine! A dir la verità quella verdina somiglia alla Cool Breeze vista così (stessa linea ma fuori produzione). Evviva la fantasia!
Essence pensa sempre di essere a secco di eyeliner neri in penna e ce ne propone un altro! Ovviamente waterproof! La noia! Aggiunta una nuova colorazione alla linea di matite per sopracciglia. Ci voleva secondo me, perché io ho la versione blonde e ci sono giorni in cui la trovo scura per me (che sono castana!). Questa dovrebbe essere più chiara.

Sempre per sopracciglia una nuova palettina. Secondo loro è per bionde, ma a me sembra scuretta… è una mia impressione??




Tolgono le ciglia finte e le rimettono: ma erano difettate? Mah! Due versioni comunque: una con 40 ciuffetti singoli ed una a ciuffetti attaccati (bruttine!). Non posso dire altro perché non me ne intendo.








Due mascara incurvanti! Belli, mi ispirano sia quello rosa della linea get BIG lashes (ma guardate lo scovolino! <3) che quello rosso e nero. Il secondo mi ispira perchè sembra puccioso, chissà come funziona… Il terzo è un mascara volumizzante, anche quello con uno scovolino interessante. Ottimo lavoro!

Fermi che non abbiamo finito con i mascara! Essence infatti introduce una nuova linea di mascara colorati per ciglia e capelli. I colori sono carini, anche se sapete cosa penso dei mascara colorati. Ma è veramente igienico usare lo stesso prodotto magari prima sui capelli e poi sugli occhi? Non mi fiderei troppo sinceramente! A parte questo l’idea è carina.





Altri prodotti interessanti: le matite highlight! Vi dirò, non le ho ancora ben capite, ma mi sembra che siano indicate anche per la rima interna dell’occhio. Vorrei vederle all’opera prima di giudicarle! Dovrebbero avere tre effetti diversi: shimmer, olografico (?!?!) e matt. Le vedremo!

 

Mi brucia ancora la scomparsa degli Stay with Me! In ogni caso sappiate che gli XXXL Shine lipgloss cambiano packaging e si arricchiscono di tre colorazioni: un rosa chiaro, uno scuro e un rosso. Inoltre, escono due varianti della linea. La prima è la XXXL Longlasting. Mi viene da ridere tantissimo! Un gloss può essere volumizzante, idratante, anche full color, ma non di certo a lunga durata! Contrasta proprio con il concetto del prodotto! Vedremo come saranno! I colori sono un rosa tenue, un rosa aranciato, un rosa baby ed un bel fuxia. Infine, la linea Matt effect. Non so cosa dire neanch’io! Due rosa ed un rosso, potevano almeno variare un poco. Li vedremo.

Due nuovi rossetti della linea vecchia! Visti così sembrano due colori molto carini, però conoscendo la tipologia di prodotto è probabile che siano praticamente due gloss. Sono molto curiosa di vedere gli swatches!

Anche un nuovo balsamo labbra della linea Kiss Care Love: oddio, quel colore è adorabilissimo. Chissà quanto è scrivente…
Anche una nuova lipliner, ma così dall’immagine non riesco a valutare il colore: potrebbe essere un bel rosa, come potrebbe essere un nude smorto. Non riesco proprio ad inquadrarla!

Due nuovi blush! Pure molto interessanti: il primo arancione e pescato mi ricorda quello di una vecchia LE, mentre il secondo, quello rosa, somiglia vagamente a quello della Kalinka Beauty. Sono certa che il primo farà un successone!

Due nuovi prodotti della linea all about matt!: un primer lisciante ed una nuova versione delle oil control paper appena rimosse. I fogliettini in particolari mi stanno facendo una buona impressione, quella scatolina sembra bella solida, ottima cosa se siete solite tenerle in borsa. 

E la CC Cream? Poteva mancare la CC Cream? Ma certo che no! Le BB Cream non vanno più di moda! Ottimo l’SPF 30, presa per i fondelli a parte. Inoltre viene aggiunta una nuova colorazione della mattifyng compact powder, la più chiara di sempre forse!








Vi comunico inoltre che anche i correttori della linea match2cover e coverstick acquisiranno due nuove colorazioni!

Nuove ciprie e mi ispirano tantissimissimo! Stay all day 12h long lasting. Sentite così sembrano perfette, dobbiamo solo vedere l’inci, ma sono abbastanza tranquilla: le ciprie essence non sono malaccio solitamente. Aspettiamo!











Passiamo agli smalti? Si! :3 Ben 17 nuovi Colour and Go! Aggiunte due tonalità nude ed un rosso che sembra proprio carino! Il primo verde è veramente bruttino, mentre e tre colori successivi sembrano assolutamente meravigliosi! La terza fila non mi dice molto sinceramente. Molto belli il verde ed il blu, ma quel verde non è simile a quello appena rimosso? Inquietante il marroncino rame! 
 Infine due nuovi sparkle sand effect: un rosso tenue ed un grigio argento. Perché non mantenere tutta la linea? È una formula migliorata? Aspettiamo con ansia gli swatches!









Aggiunta anche una nuova linea di smalti: la effect nail polish. Partiamo con uno smalto bianco ad effetto Holo Shimmer. Lo voglio! Amo l’effetto olografico, e già dall’immagine (e queste sono piuttosto approssimative in genere) si notano dei riflessi rosa ed azzurri. Non vedo l’ora di vedere i primi swatches! Quattro saranno ad effetto sparkling sugar: un rosino chiaro, un rosso con glitter dorati, un fuxia ed un nero con glitterini argentati. Ma che differenza c’è tra questi e gli sparkle sand effect di cui abbiamo parlato poco sopra? Credo che l’effetto sia simile, perché non inserire entrambi nella linea effect? Gli swatches faranno luce su questi dubbi (o i prossimi saldi nella peggiore delle ipotesi).  Sempre della definizione “sugar” troviamo anche un metal sugar, un verde ed un Jeans sugar, un bel blu scuro. Non capisco molto il motivo di queste distinzioni, soprattutto per quanto riguarda la seconda variante, ma forse è perché non li vediamo in azione. Cinque glitter jewels: un rosa antico, un bel verde smeraldo, un rosso spento, un viola ed un blu scuro! Anche questi mi incuriosiscono molto, gli smalti “full glitter” sono piuttosto imprevedibili perché non sai mai se saranno coprenti. Spesso finiscono per essere utilizzati come topper, ed è un peccato! Anche qui, siamo schiavi degli swatches. Come variante di questa linea troviamo la Holo Jewels che vista così mi sembra un topper. Questo, insieme al Polka Dots è quello che mi puzza di più. anche quest’ultimo, visto dall’immagine ricorda il Confetti di L’Oreal. Saranno utilizzabili da soli?

A quanto pare vedremo degli smalti “ad effetto caramella”! Smalti curativi dalle tonalità pastello, con finitura high gloss e che profumeranno pure di dolci. Questi sono i prodotti che meno mi ispirano! La varietà di colori è decisamente scarsa, sembrano tutti uguali. Carina l’idea dei curativi colorati, ma non se realizzata così. 


 











Nuovi topper, uno è un’immancabile cracking verde glitterato, che vi dirò, non sembra neanche male. Quattro contengono glitter e flakes vari, quello più rosato sembra proprio grazioso! La nomenclatura “feather effect” mi incuriosisce e mi inquieta allo stesso tempo: in che senso piume?? Mi lascia non poco perplessa il 101 dalmations: ma non è uguale al Polka Dots? Perché inserire due prodotti così simili in due linee diverse? Vedremo le differenze!

Un’idea, secondo me, geniale! Parlando dei prodotti in saldo mi ero chiesta perché rimuovevano tutti gli smalti magnetici ma non tutti i magneti. Ecco la risposta: il top coat magnetico! Come funziona? Applicate normalmente lo smalto, una volta asciutto applicate questo topper e prima che si asciughi ci mettete sopra il magnete (ma non deve toccare le unghie, va tenuto ad una distanza ravvicinata). A questo punto dovrebbe compiersi la magia! Mi ispira tantissimo e non vedo l’ora di vedere se funziona effettivamente! Carini anche i due nuovi magneti proposti! Già mi sembra di sentire madre che urla “lo voglio!!!” a quello con l’effetto retina!

Aggiunte anche tre nuove effect nails jar: una con glitter multicolor, una nera credo ad effetto velluto (noo, le unghie pelose no!) e dei bellissimi glitter azzurri. Inoltre diamo il benvenuto a due nail art 3D jewel set, praticamente degli oggettini da incollare alle unghie. Belli da vedere, ma temo che siano scomodissimi! :s

Il solvente per unghie con la spugna! Speravo lo proponessero! Già da un po’ si parla di questo genere di prodotto, ma mi sono sempre trattenuta o per il prezzo (il mio budget medio per l’acetone si aggira intorno all’euro) o per le cattive recensioni. Potrebbe essere la volta buona che provo un prodotto del genere!

Smalto sbiancante! In genere diffido di questo genere di prodotti, ma, dopo aver analizzato l’effetto dato dalla mia base preferita, devo dire che ci credo un po’ di più. la tonalità rosata da un aspetto più sano all’unghia in sé e teoricamente schiarisce le punte. I miracoli di uno smalto! Inoltre, nuova nella linea studio, la crema idratante per cuticole! Sembra interessante, ma come sarà l’inci?

Anche la linea Gel Nails at Home vede arrivare nuovi prodotti, primi tra tutti dei top coat gel con “effetti speciali”. Sinceramente non la trovo un’aggiunta particolarmente utile perché possiamo sempre applicare un normalissimo topper sotto il top coat gel. Con questi si salta un passaggio, ma è l’unico modo per utilizzarli ed è limitativo. Non è una grande idea secondo me! Viene aggiunto anche un olio 3in1: nutre le unghie, idrata le cuticole e può essere utilizzato anche dopo aver fatto la manicure. Mi sembra utile. Aggiunte anche una penna correggi smalto (fondamentale!) ed uno spingi cuticole. Entrambe belle pensate! Infine, una nuova lampada LED! La vecchia è stata tolta di produzione alla velocità della luce ed ora c’è questa, più piccola e portatile, alimentata da un cavo USB (potete attaccarla al computer oppure ci sono anche vari adattatori in vendita). Chissà se sono effettivamente riusciti a migliorarla!

Ed eccoci arrivati ad i prodotti che saranno disponibili solo presso Muller. O almeno credo, per certe cose non sono completamente sicura, e ve lo dirò. Speriamo comunque che siti come Maquillalia riescano a fornirci ugualmente anche queste cose!

Iniziamo con una serie di palettine in cartone. La prima è la How to make your face WOW ed è composta da due blush, una terra ed un illuminante. Viste le mie abitudini di trucco forse questa è quella che mi interessa meno. 

Già più interessante il set How to make brows WOW! Contiene tre ombretti in polvere ed un’illuminante per l’arcata sopraccigliare. È pure attrezzato con un pennellino doppio e delle minuscole pinzette. Molto carino, anche per chi è alle prime armi secondo me. Inoltre lo trovo molto versatile visto che volendo ci si può fare anche un trucco!

Terza palettina: la How to make nude eyes. Sì, è questa quella che mi ispira di più! È composta da tre ombretti chiari (un color carne, un marroncino ed un rosato) e tre scuri (difficili da definire T^T) ed un applicatore che non sembra di quelli in spugna, ma proprio un pennellino. Visti così non saprei definire con precisione i finish degli omretti, non sembrano particolarmente shimmer, ma non sono neanche convinta che siano opachi. Vedremo!

Quarta palette: la How to make smokey eyes! Neanche questa non mi fa impazzire, i colori mi sembrano tutti simili, ci sono praticamente quattro grigi ed un grigio viola. Sarà che non sono na gran fan degli smokey eyes, ma non capisco proprio cosa c’entri quel rosa porcellino! Come lo abbini con gli altri colori? Forse col grigio, ma mi sembra troppo acceso. Mah! È mal assortita, non mi ispira!

Ultima, ma assolutamente non meno importante, la How to make bright eyes. Molto carina! Quattro colori sono molto chiari, ottimi per uniformare la palpebra, uno è un bel rosa acceso ed infine un marrone un po’ più scuro. Anche qui, trovo che il rosa stoni un poco, ma dopotutto è un bel colore, magari dagli swatch non è sparaflashoso come sembra. Mi sembra composta bene, si possono fare più e più trucchi usandola da sola. 

Passiamo a ben altri ombretti: nuovi metal glam! Questi non ho capito se saranno tutti disponibili solo da Muller o solo due. Non mi colpiscono molto sinceramente soprattutto perché ormai so che la resa non è strettamente legata al colore visto dalla cialda. Credo che prima di sbilanciarmi guarderò qualche swatch.

Ombretti effect in tubetto! Non ho ben capito come saranno questi prodotti, o meglio so che avranno finish metallici, glitter o olografici, ma non so quale colore ha che effetto. Potenzialmente potrebbero essere molto belli, ma mi sembrano presentati male. Non mi convincono!

L’eye blender blush lo voglio! Mi piace questo genere di pennello perché, se sono di fretta, posso farci un po’ di tutto, dall’applicazione alla sfumatura ed inoltre, dei pennelli essence ho sempre sentito belle cose. Mi piace molto!

 
Altri prodotti interessanti sono i crystal eyeliner: eyeliner in gel ad effetto olografico. La meraviglia! Non vedo l’ora di vedere i primi swatches per capire meglio che colore hanno (hanno glitter? Sono in tinta unita? Cosa sono??). Inoltre essence ci propone di utilizzarli come topping sulle ciglia, un po’ come faccio io con il mio eyeliner-mascara di Debby… avranno anche questi l’apposito applicatore?
 
La linea effect è veramente vastissima! Aggiunte anche queste matite occhi ad effetto metallico! Già ve lo dico, quel fuxia mi fa venire i brividi: ma sarà portabile?? Carini gli altri colori, il grigio scuro soprattutto!

 


Aggiunte anche altre quattro colorazioni per quanto riguarda i Long Lasting eye pencil. Niente di che il verde e l’arancio, molto belle il grigio antracite e quel rosina chiaro. Il secondo in particolare! Magari è adatto anche come base per ombretti o per la rima interna. Spero di trovarle!

Ecco un prodotto mai visto negli stand essence: un mascara base volumizzante. Credo che faccia anche durare di più il prodotto che stendiamo sopra. Un’ottima cosa per tutte coloro che hanno un vitale bisogno di volume! Gli ultimi saldi hanno fatto strage di mascara waterproof, ma ecco qui che ne vediamo comparire un altro: il lash mania waterproof, che promette un effetto ciglia finte! Non solo funge come semplice mascara, ma può essere utilizzato anche come topper, quindi potete applicare il vostro mascara preferito con questo sopra per renderlo waterproof. Soprattutto quest’ultimo particolare mi piace molto e credo che verrà largamente apprezzato!




 Questo “rifornimento limitato” prevede anche una nuova colorazione per quanto riguarda gli XXXL Shine, un rosino chiaro. Ampliate anche le altre due gamme: 5 colori in più per gli XXXL Longlasting e due colorazioni aggiunte per quanto riguarda i matt. Vi ho già esposto le mi perplessità più in alto. Aggiunte anche tre colorazioni ai rossetti longlasting: un rosa chiarissimo, uno un po’ più scuro ed un bel fuxia acceso. Molto carini!

Eccoci arrivati ad una cosa piuttosto strana: degli stickers per unghie fai-da-te. Potete decorarli come volete praticamente. Credo che sarebbero molto interessanti soprattutto se fossero riutilizzabili. Alla fine sarebbero come un comunissima base peel off. Mah, non mi convincono tantissimo!

Inserite anche le linee rock style e glam style! Della prima, i prodotti più curiosi sono sicuramente gli ombretti per capelli, proposti in  quattro colorazioni decisamente accese. Concorrenza diretta alla Kiko!

Poi ci troviamo di fronte ad un’ampia gamma di tatuaggi vari, dalle penne stampino (che avevamo visto anche da Sephora) ad i tatuaggi provvisori da appiccicare con la spugna (carinissima la seconda confezioncina!) a quelli da fare con i glitter. Per quest’ultima variante ci sono sia degli stampini (adesivi credo), con dei disegni un sacco belli, che dei veri e propri glitter appositi. Questi ultimi secondo me andranno a ruba! Infine, troviamo anche degli sticker da appiccicare dove vogliamo ed uno spray glitter per corpo e capelli. Una linea veramente carina per le più giovani! (ma tanto giovani!)

Infine viene inserita una linea tutta dedicata ai viaggi: la minis2go. Praticamente una serie di oggettini utili durante gli spostamenti o addirittura in miniatura! Credo che sia bella completa perché troviamo uno specchietto, elastici per capelli di ben due tipi, dei portamonete colorati in silicone (perfetti per la spiaggia secondo me!), una spazzolina richiudibile ed un miniset di pennelli. Questi ultimi forse sono i più bruttini! Troviamo anche una boccettina di gel igienizzante e 3 pacchetti da 15 salviettine l’uno con salviettine deodoranti, struccanti e quelle classiche per le mani. Questa è veramente una linea utile!

E questo, finalmente, è tutto. Vi giuro che questo post mi ha distrutta! Tante cose nuove e molte di queste siamo sicuri che non arriveranno negli stand italiani. Una tecnica di marketing veramente eccelsa, complimenti essence! Non capisco veramente il motivo della scelta, dopotutto, parliamo di un brand low cost, insomma, non è MAC! Speriamo che tutti i prodotti preclusi siano acquistabili da internet!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.