Google+

martedì 21 maggio 2013

Bottega Verde: tea tree oil

Ci sono prodotti senza i quali potremmo vivere tranquillamente, che usiamo solo per sfizio, ma ce ne sono altri che diventano fondamentali. Oddio, forse “fondamentali” è un parola un po’ grossa nel mio caso perché io sono una da sindrome di Linus, ma ciò non toglie che siano molto molto utili. Oggi parliamo del tea tree oil di Bottega Verde.

Partiamo dal presupposto che questo non è proprio Tea Tree puro, dall’inci risulta essere miscelato con un’altra sostanza, ma comunque è naturale al 100%. E ribadisco un concetto: Bottega Verde elargisce continuamente sconti molto convenienti: approfittatene e sfruttateli, perché qualche prodotto non è niente male. Mai pagare il prezzo pieno!

Il Tea Tree è uno dei disinfettanti naturali più famosi e diffusi ed ha svariati utilizzi. Adesso con un po’ di ordine ve li elenco, così non creo confusione.

1. Lo applico sui brufoli appena vedo che iniziano ad arrossarsi. Facendo così ottengo risultati sempre diversi, a volte me lo secca, a volte crea le condizioni per cui il suddetto brufolino sia da schiacciare (che immagine poetica…), a volte non fa niente. Secondo me questa gamma di opzioni è dettata dal perché mi è spuntato il bastardo. Secondo me i brufoli da ciclo sono diversi da quelli da “misonomangiataunasteccadicioccolato”, e questi ultimi sono a loro volta differenti da quelli da stress. Penso che ogni elemento reagisca alla sostanza a modo suo, quindi sinceramente non do molto peso a questa cosa. Solitamente prelevo pochissimo prodotto (quando basta per bagnarmi la punta del dito) e lo tampono sulla zona interessata. Però, è un olio, e per non sentirmi unticcia dopo l’applicazione stendo delicatamente sopra il Tea Tree un sottile strato di crema (quella di Garnier di solito), in modo che la crema, che viene assorbita rapidamente, si trascini dietro anche il mio principio attivo. Vi giuro, detto così sembra un concetto fantascientifico, ma funziona veramente!

2. Lo applico sulle ferite da brufolo. Perché quando si ha un brufolo, non c’è soddisfazione più grande che quella di grattarlo e torturarlo. Lo so che non si dovrebbe fare, ma è irresistibile ed a volte lo faccio pure nel sonno quindi è pure involontario. Fatto sta che spesso mi ritrovo in faccia vere e proprie ferite di guerra e trovo che tamponarci sopra un po’ di Tea Tree aiuti a far cicatrizzare le zone malandate. In questo caso il risultato è sempre assicurato, anzi, quando la situazione è proprio disperata, al posto della crema tampono il prodotto con un po’ di gel d’aloe.

3. Lo aggiungo allo shampoo. Ormai questa a casa mia è una pratica diffusissima! Il Tea Tree impiegato nel lavaggio dei capelli attenua il prurito e i cattivi odori. Durante i periodi di stress (cioè sempre) mi capita di avvertire un forte prurito alla cute anche senza motivo. Quando la cosa si fa particolarmente fastidiosa mi basta aggiungere tre gocce di olio allo shampoo e nel giro di due o tre lavaggi la questione va diminuendo. Il problema dei cattivi odori fortunatamente non mi appartiene, ma dato che ho visto il prodotto “all’opera” vi accenno la cosa. A mia sorella di 6 anni suda la testa in maniera spropositata, soprattutto in estate. Le basta fare una corsa per avere i capelli zuppi. Si sa, i bimbi quando sudano puzzano di aceto e poverina non glieli puoi mica lavare tutti i giorni. D’estate, usando anche il Tea Tree, questo effetto è molto attenuato, suda ugualmente, però puzza meno.

4. Pensate che i punti precedenti siano un po’ schifosi? Beh allora saltate questo passaggio. Siete uomini? Saltatelo anche voi, non vi sarà di certo utile. Il Tea Tree è meraviglioso aggiunto al detergente intimo quando avete la cistite. Io due anni fa ho avuto cistiti continue per quasi un anno, mi tornava continuamente a causa dello stress probabilmente (si, sono un concentrato di stress) e ho dovuto fare una cura piuttosto lunga per debellarla. Però io continuo a non essere un’amante dei bagni pubblici e talvolta mi capita di trattenermi più del dovuto, questo mi crea una sensazione abbastanza pesante di fastidio o anche di dolore. Se avete mai avuto questo problema (spero vivamente per voi di no) sapete che non solo sentite male alla vescica, ma sentite malissimo anche “là”. È una cosa veramente stressante e fastidiosa e questo mi crea difficoltà nel trovare dei termini fini e civili. Comunque a volte mi ritrovo con questo problema, e mi basta aggiungere 2 o 3 gocce di Tea Tree al detergente per sentirmi subito meglio. Gli sono infinitamente grata per questo!

Questi sono i quattro grandi e schifosi modi che ho per sfruttare l’olio di Tea Tree. Sinceramente credo che, una volta finito questo, ne proverò un più puro, giusto per farmi un’idea della differenza che può esserci. In ogni caso io con lui mi ci trovo stra bene e ve lo consiglio caldamente (se lo trovate in offerta o se avete uno sconto bello sostanzioso).

 E voi avete mai usato l’olio di Tea Tree? Come lo utilizzate? Sono proprio curiosa di sentire la vostra! :)

6 commenti:

  1. Sono mesi che sono interessata a questo tipo di prodotto ma ancora non mi sono decisa a comprarlo. Ero tentata da questo di Bottega Verde proprio grazie al suo prezzo interessante ma non ero sicura che fosse "buono" quanto i suoi simili di fascia più alta. Dopo la tua recensione credo proprio che lo prenderò al primo coupon sconto che mi arriva :p soprattutto perché lo utilizzerei per tutti i motivi da te elencati ^^'

    RispondiElimina
  2. Sono veramente molto contenta di esserti stata utile :)

    RispondiElimina
  3. Io lo utilizzo anche per arricchire le maschere per il viso, come ad esempio quelle a base d'argilla o foglie di neem, devo dire che il risultato è ottimo.. Anche se sia l'argilla, sia il neem sono dei potenti antibatterici..

    RispondiElimina
  4. Ho trovato un altro utilizzo :) mettere qualche goccia sotto le ascelle dopo il deodorante :)

    RispondiElimina
  5. questo è geniale! forse è più comodo d'estate quando non ti devi rivestire subito ma può essere una buona idea! o.O

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.