Google+

venerdì 18 gennaio 2013

Kiko long lasting stick eyeshadow 06


Che stanchezza oggi, ma nonostante tutto ecco qui un post per voi! :)

Oggi parliamo di un prodotto Kiko di cui tutti parlano da quando è spuntato nei negozi, ovvero un long lasting stick eyeshadow. I famigerati ombretti in stick dalla durata lunghissima e che molti usano come base per le polveri. Io ho il numero 06, un marroncino dorato che mi ha colpita da subito per la particolarità del colore.

Soffermiamoci sul colore ancora un po’. Dagli swatch che ho fatto potete vedere come l’effetto cambi a seconda della luce. Se è un po’ in penombra sembra un normale marroncino o poco più, invece se visto alla luce del sole è molto più chiaro, dorato e particolare. Per quanto io ami questo prodotto, a volte ho un po’ paura ad usarlo, perché solitamente mi sta bene, ma qualche volta me lo vedo proprio male. Non chiedetemi precisamente perché io pensi che mi stia male, perché non capisco neanch’io cosa non va, ma sono abbastanza sicura che dipenda dalla luce che c’è nell’ambiente in cui vi trovate. Questo per fortuna succede proprio raramente.
 
Sulla scrivenza del prodotto neanche mi soffermo, è ottima, nonostante sia chiaro. Ho provato ad usarlo sulla rima interna dell’occhio e lì scrive relativamente. Più che altro è una tonalità che si avvicina al colore della zona, quindi non si nota più di tanto.

La durata mi ha lasciata un po’ perplessa per certi versi. Di per sé è ottima, qualche giorno fa l’ho indossato per più di dodici ore e, sebbene un po’ rovinato, il colore la sera era ancora lì. Se non vi toccate gli occhi state tranquilli che il prodotto non scomparirà magicamente. Però, se vi capita di stropicciarvi gli occhi non reagisce molto bene. Le due o tre volte che mi è successo ero già truccata da molte ore e mi sono praticamente struccata. Ci sono rimasta un po’ male sinceramente.
 
Vorrei fare un’ultima considerazione generale su questa linea. Ultimamente era in offerta e in uno dei miei giri ho prova tutti i matitoni su una mano. Uno swatch take away praticamente perché anche mia madre voleva vedere tutti i colori e mi sono tenuta la mano tutta pitturata fino a casa. Poi per “struccarmi” non si sono comportati tutti nello stesso modo. Quelli più chiari sono spariti anche solo strofinandoci sopra insistentemente la mano, mentre per gli altri, più scuri, ho fatto più fatica a toglierli. Con il segno di quello nero c’ho lavorato fino al giorno dopo.

 Da qui nasce una teoria, non è che la resistenza del prodotto è in qualche modo legata alla colorazione? È successo anche a voi? Sto impazzendo? Ditemi la vostra! :)

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.